fbpx

Il rally di Svezia nella seconda giornata può essere riassunta in una sola parola: CAOS!

La mattina inizia serena con Rovampera che detta il passo, seguono Katsuta e Tanak con la prima Hyndai. Leggermente più attardato Evans che non ha mai trovato grande feeling. E’ doveroso ricordare che in queste condizioni i primi equipaggi sono solitamente più “svantaggiati” dato che non hanno rotaie.

Inizia a delinearsi il gruppo di testa che stacca gli inseguitori, tutto ciò fino alla quarta tappa dove Rovampera sbatte ed è costretto al ritiro, Tanak decide di rompere il radiatore e forare uno pneumatico, e Munster con i vetri appannati guida “a sentimento”. Solberg vecchia volpe inizia ad affacciarsi con la sua Skoda Rally2 sulle Rally1, seguito da una flotta di Toyota Yaris Rally2 che mostrano il loro potenziale latitante nel rally di Monte-Carlo.

Ed è nella quinta tappa che la Yaris, attenzione, RALLY2 vince con Linnamae.

Foto: WRC

Nel penultimo stage della giornata tornano in vita le Rally1, Lappi vince ma sempre braccato da Katsuta a 1,8 secondi. Terzo in classifica generale Solberg, quarto Fourmaux con la prima Puma.

La classifica rimane invariata nell’ottavo stage conclusivo, con Evans quinto.

Vedremo cosa ci riserverà la terza giornata!

Di Giuseppe Di Florio

Ingegnere meccanico in ambito metalmeccanico. Appassionato di motorsport fin da piccolo, ho lavorato in formula SAE come dinamico del veicolo e successivamente nel Campionato Italiano Rally Terra. Sono entrato nella famiglia di ItalianWheels.net nel novembre 2021 come redattore e social media manager.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *