fbpx

A cura di Umberto Moioli.

I francesi, negli ultimi anni, ci avevano abituati a creare macchine di bassa qualità, scadenti, brutte, non lussuose ne tanto meno sportive. Solo Renault ha resistito continuando a produrre le splendide RS. Ma oggi, forse, non è più cosi. Peugeot si è accorta di questo e ha voluto invertire la tendenza. Ha ripristinato la dinastia GTI, con la 208 e 308 e ora vuole far breccia anche nel mercato delle ammiraglie. Ha prodotto cosi la 508, che abbiamo avuto in prova.

L’esemplare che abbiamo sotto le mani è una versione GT Line, con un 2.0 HDI da 160cv abbinato a un cambio automatico a otto rapporti. La cosa che colpisce è la linea esterna, completamente diversa dalla versione precedente. Molto più aggressivo il frontale, con il gruppo ottico che ingloba la “zanne”, che sono diventate il modo per riconoscere le vetture della casa francese. Forse potevano osare un pò di più con il posteriore, rimasto ancora legato al passato. Nel complesso è decisamente un grosso salto in avanti, si vede che c’è stato uno studio nella creazione della macchina.

Passando agli interni salta subito all’occhio il nuovo concetto di Peugeot. Volante piccolo, cockpit alto e pochi tasti sulla console centrale. Anche qui, come per gli esterni, grande passo in avanti nella qualità e nella ricerca di un design curato. Sicuramente è qualcosa che farà cambiare idea a chi ha sempre criticato gli interni delle Peugeot.

Ma come va questa 508? Sono partito da Monza, per arrivare in Colma a Sormano, facendo strade miste tra statali e strade di montagna, alternando una guida tranquilla a qualcosa di più cattivo. Devo dire che si è comportata bene in entrambe le situazioni. Sicuramente il peso si sente, stiamo pur sempre parlando di una vettura che passa i 1500kg, ma il telaio risponde abbastanza bene, anche l’assetto non è male, e aver come primo equipaggiamento le Michelin Pilot Sport 4 aiuta veramente tanto.

Abbiamo a disposizione tre modalità di guida, ECO, Normale e Sport. Nella prima parte del viaggio ho testato le prime due, e in ECO sono arrivato a far addirittura circa 25km/lt. Salendo verso la Colma ho messo in sport per vedere la differenza. Non si è comportata male, il motore non brilla di potenza e coppia in uscita dalle curve ma grazie alle otto marce riesce comunque a far un lavoro più che soddisfacente. Mi ha un pò deluso il cambio, tanto morbido e pacato nella guida pacata quanto lento nella guida più sportiva. Altra piccola pecca, i freni, andati in crisi troppo presto.

Se consideriamo comunque lo scopo di questa vettura, che non è comunque una guida sportiva, direi che i francesi sono riusciti nell’intento di migliorarsi e di migliorare la propria immagine.

La Peugeot 508 è sicuramente una macchina adulta ora, bella da vedere e piacevole da guidare.

Scheda tecnica Peugeot 508 2.0 HDI 160cv:

Cilindrata: 1997

Potenza: 160 cv

Alimentazione: Gasolio

Euro: 6d

Coppia: 400 Nm

Trazione: Anteriore

Vel. Max: 226 Km/h

Peso: 1540 kg

Capacità Serbatoio: 55 litri

Consumo medio: 4,5l/100 km

0-100: 8,5 sec.

Grazie a GP Car Monza.

https://www.gpcar.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *