fbpx

A cura di Claudio Boscolo e Alessandro Rizzuti.

Abbiamo avuto l’onore di scambiare due parole con James Glickenhaus nel paddock di Monza in occasione della 6 ore del WEC.

Alla domanda su cosa si provasse a fare un podio a Le Mans ha risposto che per lui era già un grandissimo onore competere con dei giganti del motorsport come Toyota e Peugeot, ed è ovviamente felicissimo e orgoglioso di essere lì tra loro come pari.

Credits: Motorsport Images

Ha aggiunto che si sente pronto per le qualifiche e a conquistare la hyperpole nonostante le difficoltà derivate soprattutto dalla gestione della macchina durante la qualifica. Crede che le gerarchie in pista saranno quelle che si sono viste stamattina, con Toyota davanti a tutti. Peugeot è ancora un’incognita, ma sembra una macchina molto veloce e finora ha fatto molto bene.

Infine ha augurato buona fortuna a questi ultimi per la loro prima gara e non vede l’ora l’aggiungersi di nuovi sfidanti l’anno prossimo quando entreranno le prime LMDh.

Credits: Motorsport Images

Di Alessandro Rizzuti

Laureato in storia e bassista metal a tempo perso, fermamente convinto che sotto le sei ore si parla di gare sprint. Ogni tanto faccio qualche articolo ironico, sperando di essere divertente almeno su internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *