fbpx

A cura di Matteo Arrigosi.

Come vi avevamo anticipato, Toyota stava lavorando ad una versione ancora più cattiva della piccola Yaris. Se state già andando in concessionaria per ordinarla, fermatevi. I 500 esemplari previsti sono solo ed esclusivamente per il mercato giapponese.

Partiamo da uno dei punti forti della piccola GR, il motore. Con grande sorpresa di tutti, i tecnici nipponici non hanno assolutamente modificato il 1.6 turbo tre cilindri, lasciando i 265 cavalli e 390 Nm di coppia della GR4.

Toyota ha lavorato sui dettagli. Via i sedili posteriori, sedili anteriori by Recaro da corsa, parti in carbonio, oltre a ciò che non serve per farla andare forte. Il tutto per guadagnare circa 20 kg rispetto alla versione “standard”. La GRMN ferma cosi l’ago della bilancia a 1285 chilogrammi.

Inoltre, come già anticipato, è stata abbassata di 10 mm e allargata di altri 10. Anche la parte aerodinamica è stata rivista, con alcune appendici aggiunte, come la vistosa, e giusta, ala posteriore. L’impianto frenante è stato maggiorato e monta anche cerchi specifici realizzati da BBS.

Questa versione, voluta espressamente da Akyo Toyoda, sarà venduta in due allestimenti. Il “Rally Package”, per chi ama la guida su sterrato, con specifiche tarature e il ” Circuit Package”, per chi ama usarla in pista.

Sarà ordinabile on-line, ma, per rendere la cosa simpatica, ogni futuro proprietario avrà la sorpresa di scoprire che versione Toyota riserverà per lui. Infatti le vetture saranno sorteggiate tra i vari acquirenti.

Ma questa non è l’unica chicca che Toyota a presentato al salone di Tokyo, per saperne di più, cliccate su questo link: https://www.italianwheels.net/2022/01/14/toyota-presenta-la-concept-gr-gt3-al-salone-di-tokyo/

Di Matteo Arrigosi

Pilota professionista, coach e caporedattore di ItalianWheels.net. Per divertirsi non importa il mezzo, l'importante è che abbia un motore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *