fbpx

A cura di Claudio Boscolo e Federico Croce.

Nelle scorse settimane siamo stati all’autodromo di Modena per provare un po’ di roba decisamente croccante.

Ebbene tra le nostre mani sono capitati la Kawasaki Ninja 400 del Team Atomico Racing di Andrea Tomio e uno splendido casco della IXS.

Della verdona nipponica più famosa al mondo abbiamo parlato in una recensione scritta qualche settimana fa, qua vogliamo, invece, concentrarci sulle sensazioni che abbiamo raccolto dalla nostra prova in pista del casco della IXS.

La prima cosa che ci ha stupito in positivo è stata sicuramente la leggerezza e il merito va soprattutto nella sua struttura in policarbonato leggerissima ma che trasmette comunque sicurezza al portatore.

È un casco integrale che nasce per lo più per un utilizzo stradale anche se nell’ambito pistaiolo si comporta decisamente bene.

Un altro grande pregio di questo casco è la visibilità e soprattutto la visierina parasole a scomparsa, utile in tantissime circostanze di guida.

Sempre per aiutare i nostri riders questo casco, ricordiamo, è già predisposto per il pinlock.

Per quanto riguarda la ventilazione del modello 1100 2.2 la possiamo trovare sulla mentoniera e sulla fronte mentre parte degli interni sono removibili.

Per quello che abbiamo avuto modo di testare possiamo ritenerci decisamente soddisfatti del prodotto testato.

Ringraziamo ancora una volta gli amici di 4moto.it per il casco datoci in prova, trovate il link all’acquisto qua: https://www.4moto.it/caschi/casco-integrale-ixs-1100-nero-grigio_C3033_VIXS1100grigio-L.html?ref=4692

Fotografie a cura di Luca Negri.

Di Claudio Boscolo

Appassionato di endurance da quando ho memoria, innamorato perso della Panoz Esperante e nostalgico della Jordan e della Jaguar in Formula 1. Cantastorie di piloti e di gare, all'occorrenza team principal dell'ItalianWheels Racing Team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *