fbpx

Forze IX è l’ultima scommessa degli studenti della University of Technology di Delft.

Un progetto stimolante ed ambizioso che pone l’accento, a parere personale, sulla fonte rinnovabile più interessante: l’idrogeno.

Una fonte così tanto accattivante che persino ACO, con Mission H24, ha dato risalto e che ha messo in pista nel maggio 2022 nel corso della gara di Le Mans Cup ad Imola.

A differenza di un team professionistico coordinato da ACO, qua siamo di fronte ad un pool di studenti internazionali.

il prototipo alimentato ad idrogeno che ACO ha portato in pista ad Imola nel 2022

Il progetto del Forze Hydrogen Racing infatti, si pone come target quello di sfruttare appieno tutte le potenzialità dell’idrogeno.

Il programma Forze prende la rincorsa nel 2007, anno della fondazione avvenuta per mano di Edgar van Os.

Un reparto corse che coinvolge tutta l’Università creando un ambiente multidisciplinare ed attingendo al meglio che Delft ha da offrire.

In questi anni è stato in grado di crescere così tanto da avere un organico di ben trenta elementi che lavorano al progetto a tempo pieno e venti part-time.

Siamo di fronte ad un team che è riuscito a crescere grazie all’abilità degli studenti su tutti i fronti, non solo nei risultati delle diverse competizioni affrontate ma anche dal punto di vista manageriale.

Infatti si tratta di un team non-profit che si affida nella sua totalità agli sponsor per mettere in pista il proprio sogno.

Una squadra corse in tutto e per tutto, capace di mettere in piedi anche un simulatore per raccogliere dati.

Nulla è lasciato al caso.

Tutto è meticolosamente studiato per eccellere.

Come detto precedentemente il team muove i propri passi nel 2007 e da allora è stato in grado di mettere in pista ben otto vetture.

tutto partì da qui.

Dal Forze I ne è stata fatta di strada e di soddisfazioni ne sono state colte parecchie.

Vincere all’esordio il Formula Zero Challenge per poi imporsi con il Forze III nei Kart mettendo il muso davanti ai cugini a motore termico.

E ancora il progetto idrogeno prosegue la sua marcia anche nel Formula Student cogliendo progressi e dimostrandosi all’altezza del proprio compito.

Un progetto che porta al Forze VI, la prima vettura da corsa (non Go-Kart) mossa tramite il sistema “Fuel Cell“.

La pila a combustibile in grado di convertire l’idrogeno in energia elettrica.

Non solo questo prestigioso risultato, il Forze VI fu anche in grado di stampare il record sul giro di Zandvoort per le vetture elettriche.

Invece il protitpo Forze VIII ha raggiunto il primo podio in una competizione automobilistica.

Arriviamo così all’ultima creazione del team: Forze IX.

Il prototipo ad idrogeno costruito per competere nel Dutch Supercar Challenge.

Il prototipo per lottare alla pari con la controparte termica.

Un progetto che parla non solo di messa in pista ma anche di sviluppo costante per sfruttare il massimo che la tecnologia ha da offrire.

Una ghiotta occasione per duellare con vetture a propulsione termica e togliersi diverse soddisfazioni.

Questo è il passo con cui il Team Forze si proietta nel mondo delle corse vero e proprio con la voglia di arrivare nell’Endurance che conta e chissà un domani lottare e “sportellare” con Mission H24 tra le curve dei più prestigiosi circuiti al Mondo.

I ragazzi del Forze Hydrogen Team hanno il compito di dimostrare che l’idrogeno non solo è valido per le competizioni ma che una trasposizione della propria tecnologia nell’automotive sia possibile.

Se volete saperne di più vi lasciamo il link qua di seguito: https://forzehydrogenracing.com/team

Photo credits: Forze Hydrogen Team.

Di Claudio Boscolo

Appassionato di endurance da quando ho memoria, innamorato perso della Panoz Esperante e nostalgico della Jordan e della Jaguar in Formula 1. Cantastorie di piloti e di gare, all'occorrenza team principal dell'ItalianWheels Racing Team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *