fbpx

Spesso molti di noi appena inizia a nevicare o a gelare si chiudono a riccio in casa per proteggersi. Guidare in queste condizioni è sicuramente difficile, presenta molte insidie e basta un attimo per creare enormi danni e disagi alla circolazione. Ma oggi non è più così.

Siamo stati presso la Pista Ghiaccio Val di Sole, sul Passo del Tonale a Ponte di Legno, per provare la guida su ghiaccio con vetture a trazione posteriore.

KIT-DTE, nata dalle mani del drifter professionista Marco Blasutta, è una struttura in cui la parola d’ordine è imparare divertendosi, sfruttando una delle pratiche agonistiche del motorsport, il drift.

La scelta di vetture è ampia, si passa dalle più normali BMW 120d, originali in tutto, ad una e82 un po’ “incazzata” grazie ad un assetto dedicato. Non manca una macchina che, pur essendo diesel, ha creato un po’ di scompiglio ai tempi, ovvero una 123d che con il suo 2 litri biturbo da 204 cavalli sa regalare molte soddisfazioni. Se non vi dovessero bastare 200 cavalli, il parco auto comprende anche due M3: una E46 e una E92. Fidatevi, la E92 riesce a generare una velocità sul ghiaccio che non credevamo possibile.

Tutte le auto sono equipaggiate con differenziali autobloccanti e gomme chiodate. Sull’anteriore troviamo un chiodo più spesso per generare più grip nel ghiaccio, mentre al posteriore un chiodo stradale aiuta a generare continui spostamenti di pesi; un modo per renderlo più vivace.

La giornata inizia con un briefing tecnico nel quale viene presentata la squadra di istruttori, composta da piloti di tutto rispetto, in attività o meno. Manrico L’Ala, Roberto Muriglio e il nostro pilota professionista Matteo Arrigosi. Una mezz’ora necessaria per poter apprendere le basi prima di salire in macchina e capire come guidare su una superficie cosi diversa dal solito.

Terminato il briefing in un’hospitality che permette una vista pazzesca 180 gradi sull’Adamello, l’esperienza viene divisa in due momenti. Il primo è svolto nel piazzale dove è possibile prendere confidenza con la nostra Bmw 120d tramite l’aiuto di appositi birilli segnaletici. Inizialmente si fa veramente fatica a controllare il posteriore, ma una volta capito come coordinare sterzo, occhi e gas diventa tutto più semplice.

Superato il primo scoglio, finalmente si passa alla pista. Il tracciato, lungo circa un chilometro, è studiato per essere adatto ad imparare. Non molto veloce, ma permette di girare tanto, in sicurezza e di apprendere. Il grosso vantaggio di questa giornata è l’assenza totale di traffico, infatti in pista ci sono al massimo le sei auto della Kit.

I primi giri sono veramente difficili. Sembra di non essere più in grado di guidare una macchina, ma grazie ai consigli di Marco, il nostro istruttore di oggi, prima iniziamo molto piano a generare e recuperare un sovrasterzo e dopo proviamo a portare sempre più velocità raccordando le varie curve.

Dobbiamo ammetterlo, eravamo partiti con l’idea del “ ghiaccio? Ah ma quando nevica vado sul monte vicino casa con la mia trazione anteriore e tiro il freno a mano”. Niente di più sbagliato. Qui si guida per davvero, e non è per nulla semplice. Si impara a coordinare braccia e piedi, a sentire la macchina, a conoscerla, si sente come il peso e i relativi trasferimenti influiscono sulla guida.

Voi che leggete sempre ItalianWheels.net sapete che siamo dei malati di track day, amiamo portare le nostre auto in pista. Qualcuno della nostra redazione corre anche, come sapete. Questa tipologia di experience aiuta veramente tanto a migliorare la propria sicurezza alla guida, si può imparare ad andare forte anche sul bagnato, avendo appunto le competenze per gestire una macchina in situazioni limite.

Volete solo migliorare la vostra sicurezza su strada? Anche qui KIT-DTE fa al caso vostro. L’Experience non è un corso preformato che tutti devono seguire, ma si tratta di corsi creati sulle esigenze delle persone. Questo, secondo noi, è un grande punto di forza.

Volete un’esperienza che vi possa far divertire e imparare allo stesso tempo? Questa è la quella giusta per voi!

Un grande ringraziamento va fatto anche a Otto Menici, gestore della Pista Val di Sole, che con grande impegno e dedizione permette il regolare svolgimento delle attività. La cura nel mantenimento del ghiaccio sulla pista è a dir poco meticolosa. Stupenda l’Hospitality dalla quale, oltre a godere dello spettacolo del parco dell’Adamello e delle piste da sci, si può vedere comodamente al caldo, magari con una bella tazza di caffè in mano, lo svolgersi delle attività.


Ulteriore nota di merito, gli innumerevoli sponsor tecnici che accompagnano questa avventura:

Helly Hensen, Best Grip, Wheelz, Passo del Tonale, Pirelli, Garmin, Tecknomonster, Parmigiani Group, DSW Wrapping e Quick Italy.

Troverete i ragazzi di KIT-DTE presso la Pista Val di Sole dal 22 Dicembre al 9 di gennaio, dal 13 al 16 gennaio, dal 3 al 5 di febbraio e dal 10 al 12 febbraio.

A fine giornata un consiglio, fate gli occhi dolci al vostro istruttore e chiedete un hot lap con lui alla guida. PAZZESCO .

Vi lasciamo anche il loro sito web: www.kit-dte.it

Fotografie di Giulia Fe.

Di Giulia Ferola

Tecnologa alimentare dispersa tra i fumi degli idrocarburi dalla tenera età grazie all'ottima cantina/officina del nonno. Famiglia di imprenditori, ossessione per qualsiasi cosa abbia un motore e delle ruote, reporter per ItalianWheels.net dal 2018 e un pilota per compagno. No benzina, no party.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *