fbpx

Proseguiamo con la giornata di presentazioni ed ecco la W15 di casa Mercedes. L’ultima della storia di Lewis Hamilton. (pesa tantissimo doverlo scrivere dopo 12 anni)

Ecco finalmente la tanto attesa W15. Tanto Nero come ci piace e tanti dettagli che richiamano le famose Frecce D’argento di cui corre il 90° anniversario. (una lacrimuccia? dai si può starci)

La livrea riflette l’essenza del team con i colori distintivi di INEOS e PETRONAS. La sezione del naso si trasforma quindi in argento, con l’iconico motivo a stella a tre punte sul coperchio del motore.

Riusciranno Hamilton e Russell a riscattare un 2023 avaro di vittorie e il secondo posto nei costruttori? Soprattutto con tutto questo carico emotivo sulle spalle? La stoccata di Toto Wolf nei confronti non solo di Lewis ma anche di Ferrari non sarà di certo di aiuto: “Se lo avessimo saputo prima avremmo potuto valutare altre soluzioni. Non voglio essere precipitoso, ma immagino che qualche settimana fa siano stati firmati alcuni contratti che avremmo potuto esaminare. Sarebbe stato interessante, ma la tempistica ci ha un po’ penalizzato“. Così Toto la tocca piano ai microfoni in una delle poche interviste rilasciate nei giorni scorsi.

“Siamo concentrati sulla fornitura del prodotto più performante, ma anche il più affidabile possibile. Quest’anno, l’affidabilità è probabilmente ancora più importante che nel 2023”. Sempre Toto durante la presentazione della vettura.

Lewis ribadisce ancora l’immane lavoro svolto dal team: “So di cosa è capace questa squadra. Sono incredibilmente grato per il lavoro di ogni singola persona in questa squadra. Ogni volta che sei in fabbrica, puoi vedere la pura spinta e la determinazione di tutti. Siamo tutti mega-motivati per l’anno a venire e gli daremo tutto quello che abbiamo nel viaggio che ci aspetta”.

Una presentazione un pò sottotono per la scuderia Mercedes. Quasi a voler sottolineare un pò l’aria che si respira all’interno del team. Non ci resta che attendere l’inizio del campionato per capire lo stato delle cose e quindi l’evolversi dello stesso.

Di Giulia Ferola

Tecnologa alimentare dispersa tra i fumi degli idrocarburi dalla tenera età grazie all'ottima cantina/officina del nonno. Ossessione per qualsiasi cosa abbia un motore e delle ruote, reporter per ItalianWheels.net dal 2018 e un pilota per compagno. No benzina, no party.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *