fbpx

A cura di Davide Orofino.

Questo weekend la F1 torna a calcare il suolo nipponico che finalmente riappare nel calendario dopo una stop forzato di due anni dovuto alla pandemia globale. Partiamo subito con gli orari:

  • Venerdì:
    FP1: 05:00
    FP2: 08:00 (questo turno durerà 90 minuti anziché i soliti 60 poiché i team dovranno testare le nuove gomme del 2023)
  • Sabato:
    FP3: 05:00
    Qualifiche: 08:00
  • Domenica:
    Gara: 07:00

Tutte le sessioni si possono seguire su Sky Sport F1 in TV, in modalità streaming su Sky GO e Now TV, mentre QUI è disponibile il Live Timing ufficiale della F1.

Ora è arrivato il momento delle 5 curiosità:

1) Tre volte le qualifiche a Suzuka sono state posticipate alla domenica per via del maltempo, nel 2004, nel 2010 e nel 2019.
2) È la sede del Gran Premio del Giappone di Formula 1 dal 1987, ad eccezione dei campionati 2007 e 2008 in cui è stato sostituito dal Fuji Speedway, in quelle due occasioni a trionfare sono stati Lewis Hamilton e Fernando Alonso.

Lewis Hamilton vince al Fuji sotto il diluvio.

3) Due piloti giapponesi sono saliti sul podio del Gran Premio del Giappone. Aguri Suzuki è arrivato terzo per la Lola nel 1990 e Kamui Kobayashi ha ottenuto lo stesso risultato per la Sauber nel 2012.

Kamui Kobayashi, il terzo e per ora ultimo pilota giapponese ad andare a podio in F1.

4) Con sei vittorie, Michael Schumacher è il pilota più vincente nella storia del Gran Premio del Giappone. Sulla griglia attuale, Lewis Hamilton ha vinto cinque volte, Sebastian Vettel quattro, Fernando Alonso due e Valtteri Bottas una. La McLaren è il costruttore di maggior successo, con nove vittorie.
5) La Ferrari ha vinto cinque gare consecutive a Suzuka dal 2000 al 2004, quattro delle quali con Michael Schumacher, ma da allora non ha più vinto in Giappone.

Il Kaiser possiede il record di vittorie sulla pista di Suzuka ed è anche l’ultimo pilota Ferrari ad averci vinto.

Di Davide Orofino

Classe 1995, sardo, laureato in lingue e appassionato di tutto ciò che è dotato di un motore, specialmente se ha quattro ruote o se è dotato di ali che gli permettono di sfrecciare nel cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *