fbpx

A cura di Alessandro Rizzuti.

Il campione del mondo in carica ottiene una pole straordinaria sul bagnato ma con polemica. Max Verstappen infatti completa il giro veloce della Q3 grazie a una bandiera rossa uscita un po’ troppo tardivamente rispetto alle altre quattro bandiere rosse della giornata. In questo modo è riuscito a terminare giusto in tempo il giro buono, nonostante avesse alzato il piede nella zona di bandiera gialla. Dietro di lui Charles Leclerc, che non riesce a completare invece il suo secondo giro in Q3 proprio a causa della bandiera rossa causata da Valtteri Bottas.

Terza posizione per Lando Norris, che ha causato l’ultima bandiera rossa in Q3. In compenso sembra che il team si sia ritrovato dopo un inizio di stagione difficile. Sesto è infatti il compagno Daniel Ricciardo. Quarto posto per Kevin Magnussen che continua a portare la Haas dove nessuno avrebbe mai creduto l’anno scorso. Performance ancora più straordinaria considerando il lungo in Q2 che gli ha quasi relegato fuori dalla top 10.

Solo decimo Carlos Sainz, che di fatto non partecipa all’ultima sessione a causa dell’incidente in Q2, ma dimostra comunque un ottimo passo per la mini gara di domani e quella vera di domenica. Continua il periodo nero delle Mercedes. Solo undicesimo George Russell e addirittura tredicesimo Lewis Hamilton.

Di Alessandro Rizzuti

Laureato in storia e bassista metal a tempo perso, fermamente convinto che sotto le sei ore si parla di gare sprint. Ogni tanto faccio qualche articolo ironico, sperando di essere divertente almeno su internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *