fbpx

A cura di Cristian Vaga.

(Qui la parte prima del racconto)

Continua il mio/nostro viaggio in quello che è stato il Motoestate 2021: oggi vi porto in una terra non lontano dalla mia, dove ho preso per mano una passione.

DAY 3 – AUTODROMO TAZIO NUVOLARI DI CERVESINA

L’11 luglio è una data particolarmente significativa per questo diario del MES-tiere: non c’era in programma nessuna gara, perché il Motoestate sarebbe sceso in pista solo la settimana successiva. E allora che ci facevamo io e Davide Achille (caporedattore di ItalianWheels.net, N.d.R.), con seicento gradi all’ombra, nel mezzo della campagna pavese? Semplice: provavo a salire per la prima volta in moto.

“Ah, quindi il tasto con la freccia non è il rewind se faccio una c*zzata?” Andrea Tomio ha avuto un’enorme pazienza con me.

Abbiamo avuto modo di conoscere già a Varano una persona veramente speciale, Andrea Tomio: Andrea è un rider professionista, decorato da diversi titoli nazionali e apparizioni anche di rilievo nel CIV; e oltre a questo palmares, è al contempo istruttore di guida. Sapete che ho un debole per le due ruote, tanto che ho deciso di intraprendere questo viaggio su IW per poter parlare e scrivere di moto: tuttavia, ero il “redattore senza sella” e, a parte minimissime esperienze di un pomeriggio su un Liberty 125, la mia esperienza su una moto seria era pari a zero. Andrea è riuscito nell’impresa di farmi fare due giri completi di un tracciato su una Tianda TDR 300. Poco importa se era una pista di minimoto e la velocità media si attestasse sui 10 km/h (con punte di 17 km/h in terza), accendere una moto, sentire come prova a correre via, e vedere il mondo da dietro una visiera sono state emozioni impagabili.

Il vostro redattore di moto preferito mentre cerca di ricordarsi, alla folle velocità di 17 km/h, come frenare prima di una curva.

DAY 4 E 5- AUTODROMO TAZIO NUVOLARI DI CERVESINA

La settimana successiva IW è tornata sul Tazio Nuvolari, stavolta per le corse! Durante un sabato tutto sommato rilassato ho avuto la possibilità abbastanza rara di poter mostrare ad una persona a me cara cosa sia il motorsport: la mia fidanzata ha deciso di imbracciare il “treppiedi da guerra di IW” (uno stand per cellulari comprato appositamente per il MES, N.d.R.) e di seguirmi in un’avventura dentro al motorsport. Per me è stato abbastanza normale come giornata, sono anni che seguo il motorsport e ho avuto modo grazie al Motoestate di viverlo in prima persona: ma lo stupore, l’emozione e la felicità che gli occhi della mia fidanzata hanno sprigionato nel vedere in pista delle moto a tutta velocità sono stati attimi impagabili e che nessuno potrà portare mai via ai miei ricordi.

Cervesina (PV), 11 luglio 2021

Di ItalianWheels.net

Il mondo dei motori senza compromessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *