Passa un pò in sordina l’appuntamento romagnolo della WSBK, causa 24h di Le Mans.

Spettacolare dominio di BMW in quel di Misano con Razgatlioglu che agguanta il primo gradino del podio sia in Gara 1 che in Gara 2, allungandosi così in classifica e portandosi a quota 179 punti, senza tralasciare la Super Pole di Domenica mattina davanti a Bulega e Lowes.

Insomma, dopo aver mantenuto la parola data ad inizio weekend, dove lo stesso affermava di volerle portare “tutte e tre a casa“, eccoci una tripletta da urlo! Abbiamo davanti un pilota che sicuramente sta facendo una grande differenza in casa BMW e dando parecchio filo da torcere a Ducati. Ma andiamo per ordine.

Foto a cura di : Tommaso Giocondi

Il weekend del turco, però, non inizia nel migliore dei modi, con solo un quinto posto nella qualifica. Non solo la pole, ma anche la seconda posizione va alle Ducati di Bulega e Bautista staccati di 11 millesimi.

In gara 1, una partenza non felice per il duo Ducati da la possibilità a Razgatlioglu e alla Yahama di Gardner di rimontare fino in prima e seconda posizione, già al termine del primo giro.

Al quarto giro, il turco della Bmw rompe gli indugi e va all’attacco di Gardner, che prova a resistere per qualche giro. Dopo una partenza difficile le due Ducati si rifanno sotto, andando prima a passare Gardner e poi a cercare una rimonta nei confronti di Razgatlioglu.

Foto a cura di : Tommaso Giocondi

Impresa non riuscita, però, a Bulega. L’italiano, nonostante l’impegno non è mai riuscito a girare più forte del pilota Bmw, concludendo la gara a circa un secondo e mezzo di distacco. Terzo Bautista, staccato di 3 secondi.

Nella Superpole race Bulega parte bene e passa in partenza Razgatlioglu. La cavalcata dell’italiano dura però solo due giri prima di essere passato dal pilota Bmw. Da qui Razgatlioglu impone un ritmo che Bulega riesce a tenere ma non a migliorare, tagliando il traguardo con 1.5 secondi di distacco.

In terza posizione troviamo la Kawasaki di Lowes, mai in partita per la vittoria però.

Foto a cura di : Tommaso Giocondi

Al via di gara 2, Bulega prende subito la testa delle operazioni, portandosi dietro Razgatlioglu e Lowes. L’Italiano prova ad allungare portando il suo vantaggio fino a 1,5 secondi. Da qui però Razgatlioglu inizia la sua rimonta, culminata con il sorpasso al settimo giro. Il ritmo della Bmw è insostenibile per tutti, con Bulega che perde circa mezzo secondo al giro.

Qui si accende la battaglia per il terzo posto tra Lowes e Bautista, con quest’ultimo che riesce a portare la sua Ducati sul gradino più basso del podio.

Foto a cura di : Tommaso Giocondi

Dopo la tappa di Misano, la classifica del campionato vede primo Toprak Razgatlioglu con 176 punti, seguito da Nicolò Bulega a 158 e Alvaro Bautista a 155.

Nella classifica riservata ai costruttori, prima è Ducati con 211 punti, seguita da Bmw a quota 188 e Kawasaki terza a 125 punti.

Prossimo appuntamento a Doningtong Park dal 12 al 14 Luglio, pista amata da Toprak.

Ne vedremo ancora delle belle ? Restate connessi.

Foto a cura di : Tommaso Giocondi

Di Matteo Arrigosi

Pilota professionista, coach e caporedattore di ItalianWheels.net. Per divertirsi non importa il mezzo, l'importante è che abbia un motore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *