Blog Senza categoria Storie di piloti WRC & Rally 

Gigi Galli, “il pazzo ” di Livigno

A cura di Andrea Paghini e Claudio Boscolo.

Se riesci a farti dare del pazzo dai finlandesi allora vuol dire che forse sei pazzo davvero e anche tanto, a dirla tutta. Hullu (letteralmente “pazzo” in finlandese) è infatti il soprannome che gli appassionati finnici gli hanno tributato, innamorati delle sue gesta, tra cui l’incredibile ed iconico  salto di più di 50 metri al rally di Finlandia del 2005 nella famosa prova di Ouninpohja.

Gigi Galli esordisce nei rally nel 1994 e due anni più tardi vince il suo primo campionato, il Trofeo Cinquecento. Ma è dal 1998, quando comincia a correre con una Mitsubishi gruppo N, che oltre a farsi conoscere per le doti velocistiche, mette in mostra tutta la sua guida spettacolare e folle. Vince due campionati italiani di categoria e figura bene anche in qualche gara del mondiale rally, ma ciò che di quegli anni è rimasto di più nella memoria sono i suoi passaggi funambolici, tra staccate, pendoli e “traversi” al limite, talvolta col braccio di fuori a salutare gli spettatori che lo incitavano a bordo strada.

https://www.youtube.com/watch?v=Z6PMctGQ8S0

Nel 2004 arriva la chiamata che tutti i piloti desiderano e firma un contratto con Mitsubishi per un sedile ufficiale sulla nuova Mitsubishi Lancer WRC. Corre 4 gare del campionato mondiale, tra cui il rally di Montecarlo, e svolge l’attività di tester per una macchina che, essendo appena nata, era ancora acerba. Nel 2005 si guadagna il posto di seconda guida e con la sua Lancer WRC riesce a correre quasi tutti gli appuntamenti del mondiale rally, mettendo in mostra le sue qualità e finendo spesso a punti.

Degno di nota è il rally di Turchia, quando nella prima giornata di gara è riuscito a lottare con Sebastien Loeb e la sua Citroen Xsara WRC per la prima posizione assoluta, superandolo anche in una prova speciale; purtroppo successivamente a causa di un problema al turbo nella seconda tappa vede svanire le sue speranze di podio perdendo più di 7 minuti e conclude la gara in ottava posizione. Ma il 2005 è anche l’anno in cui diviene famoso per alcuni piccoli “litigi” col navigatore, la prima volta al rally di Australia quando ad un certo punto della prova speciale il navigatore sbaglia a dettargli le note, la seconda volta in Nuova Zelanda quando alla fine di una prova speciale c’è un fraintendimento tra Gigi e il navigatore sul tempo cronometrato appena fatto. Di seguito i video delle due scene

https://www.youtube.com/watch?v=6kt7zrdC9zA

https://www.youtube.com/watch?v=Kmp_ELOZdwM

 

Durante gli anni successivi Galli incontra non poche difficoltà: dapprima nel 2006 con l’improvviso ritiro di Mitsubishi dal WRC riesce, rimboccandosi le maniche, ad imbastire un programma di poche gare con una Peugeot 307 WRC con la quale arriva il primo podio iridato in Argentina classificandosi terzo.

Dopo un 2007 con pochissime gare con una Xsara WRC privata, nel 2008 passa al volante di una Ford Focus WRC, con la quale arrivano risultati importati come il terzo posto in Svezia e il quarto posto al rally di casa in Sardegna.

La sua carriera si interrompe improvvisamente al rally di Germania di quello stesso anno, a causa di un grave incidente che lo costringe a qualche mese di riposo, e successivamente, anche per motivi economici, non riuscirà più ad imbastire un programma per correre nel WRC concludendo così la sua carriera.

Related posts

Leave a Comment