You are here
Dalla Boemia con furore! R1, S e T: le Praga che non ti aspetti Novità del mercato 

Dalla Boemia con furore! R1, S e T: le Praga che non ti aspetti

Leggerezza, maneggevolezza, affidabilità, unicità e… abbordabilità. Ecco i concetti chiave che girano intorno alla Praga R1 (e le versioni R, S e T), una vetture che nasce proprio nel cuore della capitale ceca e che ha come obiettivo quello di regalare agli appassionati più intransigenti un’esperienza di guida che sia il più vicino possibile alle vetture da competizione vere, ad un prezzo d’acquisto ben più che ragionevole e soprattutto eliminando gli aspetti negativi delle macchine da corsa “più grandi”, ovvero costi di manutenzioni capaci di provocare infarti multipli e soprattutto livelli di affidabilità pressoché inesistenti.

Dalla Boemia con furore! R1, S e T: le Praga che non ti aspetti

Ed ecco quindi che dal centro politico e culturale della Boemia, la Praga, attiva dal lontano 1907, presenta al una vettura il cui livello di coinvolgimento di guida e divertimento vanno di pari passo all’intelligenza del progetto stesso: dotata di una silhouette snellissima e ridotta all’osso, la R1 vanta una monoscocca in fibra di carbonio che gli permette così di bloccarela bilancia ad appena 592 Kg, mentre per quanto riguarda il propulsore la scelta è ricaduta su un affidabilissimo Renault 2.0 aspirato da 210 CV a 7250 giri ed un valore di coppia pari a 220 Nm a 5500 giri, capace di percorrere addirittura 75 ore di gara prima di dover essere aperto per i classici controlli. Insomma non potenze veramente degne di nota, ma che rapportate al peso della vettura fanno della R1 un’arma estremamente affilata. Ma la Praga, ancora di più, stupisce per i valori di accelerazione laterale raggiunti grazie all’attentissimo studio aerodinamico: ben 2,7 G! Semplicemente incredibile.

Dalla Boemia con furore! R1, S e T: le Praga che non ti aspetti

Però in Repubblica Ceca sapevano bene che gli appassionati di motori sono persone fondamentalmente insaziabili ed inaccontentibili: più ne abbiamo e più ne vogliamo. Ed ecco che accanto alla denominazione R1 hanno fatto la propria comparsa le lettere R, S  e T, che completano così una gamma ancora più prestazionale: La S è infatti una R1 normale ma con 40 CV aggiuntivi, mentre la R è la versione targata pensata a chi, oltre alla pista, non vuole proprio rinunciare alle proprie sparate sui passi di montagna, umiliando Lotus, Lancer EVO e WRX STI vari. Ed infine, la vera novità è la R1T, una vettura che aumenta il proprio peso ad appena 33 Kg in più ma che soprattutto abbandona l’aspirazione naturale in favore di un molto più prestante motore 2.0 turbo da ben 340 CV per 410 Nm di coppia, mantenendo tuttavia un livello di affidabilità eccezionale, traducibile in 35 ore di utilizzo prima del controllo completo.

Dalla Boemia con furore! R1, S e T: le Praga che non ti aspetti

Il prezzo? Saranno necessari appena 115.000 € per aggiudicarvi la versione da 210 CV. Un costo sostanzialmente insignificante per una vera vettura da corsa che vi permetterà di prendere le curve ad una velocità che ha lasciato sbigottiti piloti del calibro di SebastiEn Loeb e David Coulthard!

Umberto Moioli
Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment