You are here
Dalla pista alla strada: la R8 V10 RWS dice addio alla trazione Quattro news Nuovi Modelli 

Dalla pista alla strada: la R8 V10 RWS dice addio alla trazione Quattro

Che gli appassionati di guida desiderino portarsi a casa quanto vedono correre in pista, nei diversi campionati e specialmente in quelli GT, è un dato di fatto; ed anche Audi, che nel motorsport sono anni che si contende il dominio delle classi Gran Turismo insieme a Ferrari, non ha voluto lasciare delusi i propri fan più accaniti.

Ecco che, quindi, negli stabilimenti di Ingolstadt è stato dato il via alla produzione di 999 esemplari speciali della R8 V10, questa volta ribattezzata Audi R8 V10 RWS, dove RWS sta per “Rear Wheels Series”. In poche parole, per questa edizione limitata è stato detto addio alla trazione integrale Quattro, in favore della trazione posteriore presente come sulle vetture R8 LMS da corsa.

Dalla pista alla strada: la R8 V10 RWS dice addio alla trazione Quattro

“Audi R8 V10 RWS è rivolta ad una nicchia di Clienti particolarmente esigenti”, ha affermato Stephan Winkelmann, CEO di Audi Sport GmbH. “Presentandosi come modello speciale in serie limitata, rappresenta un’offerta esclusiva per quanti ricercano e sanno apprezzare un comportamento dinamico estremo. Grazie al motore centrale V10 e la trazione posteriore, la nuova declinazione RWS porta brillantemente su strada il sistema di trazione della nostra vettura da corsa R8 LMS”.

Dalla pista alla strada: la R8 V10 RWS dice addio alla trazione Quattro

Con l’adozione della trazione posteriore, quindi, la R8 perde per strada componenti aggiuntivi come l’albero cardanico, la frizione a lamelle ed il differenziale centrale, a tutto vantaggio della bilancia, che fa segnare ben 50 Kg in meno, portando così il peso a 1.590 Kg per la versione coupé e 1.680 Kg per quanto riguarda la Spyder. Per quanto riguarda il motore, invece, nessun aggiornamento per il grosso 5.2 L V10 FSI, capace di erogare una potenza di 540 CV e 540 Nm di coppia a 6500 giri.

Dalla pista alla strada: la R8 V10 RWS dice addio alla trazione Quattro

Parlando, infine, di dettagli, la nuova R8 V10 RWS fa sfoggio di dischi-freno a margherita, che garantiscono una maggiore ventilazione, mentre all’interno dell’abitacolo – minimalista e decisamente leggero per gli occhi – i fortunati 999 proprietari potranno decidere se optare per dei sedili sportivi oppure, per i più fan più accaniti della pista, per dei più racing sedili a guscio.

Dalla pista alla strada: la R8 V10 RWS dice addio alla trazione Quattro

Personalmente, tuttavia, trovo una piccola pecca per quanto riguarda la carrozzeria: per una edizione così pistaiola della R8 V10 mi sarei aspettato almeno come optional la possibilità di far montare sul posteriore della supercar tedesca un grosso alettone preso in prestito direttamente dal Reparto Corse. Ad ogni modo, Audi R8 V10 RWS potrà essere ordinata a partire da ottobre 2017 e i primi esemplari verranno già consegnati prima della fine dell’anno.

Umberto Moioli
Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment