You are here
news Nuovi Modelli 

Project-One: l’hyper-car di AMG è una F1 targata e sta andando a ruba!

A quanto pare a Stoccarda la frase “La F.1 serve a sperimentare la tecnologia che verrà poi impiegata su strada” l’hanno presa un po’ troppo sul serio, perché al Salone di Francoforte la Project-One è stata presentata come “una vera F.1 stradale”! Ed in effetti è quello che è: la futuristica hyper-car tedesca, così futuristica che il pensiero che la vedremo tra poco su strada lascia esterrefatti, è una vettura che attinge a piene mani dal know-how che il costruttore Campione del Mondo ha maturato in questi anni di assoluto ed incontrastato dominio nella massima categoria dell’automobilismo sportivo.

Project-One: l'hyper-car di AMG è una F1 targata e sta andando a ruba!

Caratterizzata da un’aerodinamica ricercatissima e sviluppata dopo un lunghissimo periodo di studio in galleria del vento, per garantire il massimo tra penetrazione dell’aria e deportanza e quindi una tenuta di strada degna di una monoposto di F.1, la Project-One si presenta con uno splitter anteriore mobile, un grosso estrattore posteriore ed un’enorme pinna stabilizzatrice situata immediatamente alle spalle dell’abitacolo. Tuttavia, la carrozzeria (realizzata in fibra di carbonio) e le grosse appendici aerodinamiche (anch’esse in fibra di carbonio) lasciano la linea della Project-One estremamente pulita ed elegante, riportando così alla mente i fasti di quel mostro da strada che era la CLK GTR, anch’essa vettura futuristica per l’epoca che tuttavia non rinunciava al classico stile Mercedes.

Project-One: l'hyper-car di AMG è una F1 targata e sta andando a ruba!

Cuore pulsante e vero e proprio protagonista di questa hyper-car è il motore, coadiuvato da un rapidissimo cambio AMG speedshift ad 8 rapporti, ovvero un autentico 1.600cc V6 turbo da F.1 capace di erogare 650 CV a 11.000 giri che, unito ad ulteriori 4 unità elettriche, riesce a sviluppare un totale di ben 1000 CV di potenza, che gli garantiscono oltre 350 Km/h di velocità massima. La pecca è che l’unità termica andrà sostituita una volta arrivata la soglia dei 30.000 Km, ma in fondo a chi importa, se quello che custodisci in garage è un vero motore da Formula-1.

Project-One: l'hyper-car di AMG è una F1 targata e sta andando a ruba!

Ovviamente, al centro del progetto (sul quale gli ingegneri hanno avuto sostanzialmente carta bianca) c’era l’obiettivo di raggiungere il miglior rapporto peso-potenza possibile, ed è così che insieme alla monoscocca in raffinata fibra di carbonio, in Mercedes-AMG hanno lavorato di fino anche all’interno dell’abitacolo, evitando tutto ciò che fosse minimamente superfluo. Anche il volante è minimalista e riprende in tutto e per tutto quello utilizzato da Lewis Hamilton e Valtteri Bottas sulla loro Mercedes AMG W08, così come pure la posizione di guida dovrà essere “settata” regolando non il sedile ma la posizione della pedaliera, proprio come avviene su una autentica F1.

Project-One: l'hyper-car di AMG è una F1 targata e sta andando a ruba!

Nel presentarla a Francoforte, Dieter Zetsche, Presidente del gruppo Daimler AG, non si è pronunciato sul prezzo della Project-One (che verosimilmente si attesterà tra i 2.5 ed i 3 milioni di euro), ma ha annunciato invece che la nuova creatura di AMG uscirà dagli stabilimenti tedeschi appena 275 volte. Una serie, quindi, incredibilmente limitata che, a leggere i commenti dei più famosi collezionisti ed appassionati che potete seguire su Instagram, sta già andando completamente a ruba. La domanda adesso è solo una: chi sarà la più performante? La Project-One o l’ancor più fantascientifica Aston Martin Valkyrie? Il guanto di sfida a Red Bull ora è stato lanciato anche su strada.

Umberto Moioli
Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment