La Frenata: guida alla scelta delle pastiglie tra Strada e PistaCuriosità Latest news 

La Frenata: guida alla scelta delle pastiglie tra Strada e Pista

La Frenata: guida alla scelta delle pastiglie tra Strada e Pista
I dischi incandescenti della Lamborghini in staccata (PH by Andrea Bonora)

Il caldo finalmente sta tornando ed in questo periodo dell’anno, quando i semafori rossi dei diversi Campionati sono ancora in attesa di spegnersi, le piste si affollano di appassionati con il volante tra le mani, pronti ad essere loro stessi (pardon, noi stessi) e le proprie vetture i protagonisti assoluti, grazie ai tanti track-day in programma quasi ogni domenica.

Spesso, tuttavia, sentiamo ragazzi – neofiti il più delle volte – affermare di voler andare in pista per “finire gomme e pastiglie”, e non c’è nulla di più sbagliato che affrontare un track-day con questa mentalità. Sembra banale e scontato sottolinearlo, ma è necessario che la vostra auto, quando decidete di attaccare i cordoli di qualche circuito, sia perfettamente in ordine, con materiali nuovi o comunque ancora molto freschi, sia perché l’intenzione è quella di portare la vettura ai suoi limiti meccanici, e ciò ovviamente comporta un degrado repentino specialmente degli elementi di primo consumo, sia perché non sarete da soli in autodromo, ed è imperativo che non rappresentiate un pericolo per gli altri piloti.

Oggi, quindi, parleremo di pastiglie freno, andando ad analizzare le più usate e cercheremo di regalarvi un’utile guida all’acquisto del ferodo giusto, sia che stiate cercando una pastiglia per l’utilizzo stradale sportivo, una pastiglia per il puro utilizzo “racing” od il giusto compromesso tra l’utilizzo stradale e pistaiolo.

Impianto frenante Ferrari FXX-K Finali Ferrari 2015
L’importanza di avere freni e gomme sempre al top (Ferrari FXX-K | Finali Ferrari 2015 – PH by Andrea Bonora)

UTILIZZO STRADALE SPORTIVO

EBC Greenstuff

Con oltre 3 milioni di set venduti, il marchio EBC (a cui, stenterete a crederci, c’è proprio un “Signor. EBC” e non il classico consiglio di amministrazione di una multinazionale) è uno dei primi produttori al mondo per quanto riguarda materiali frenanti e la loro produzione è al 100% affidata ai propri stabilimenti in Inghilterra e negli Stati Uniti. Le “Greenstuff” sono, infatti, pastiglie pensate esclusivamente per un utilizzo stradale sportivo: la mescola con cui vengono prodotte è infatti volutamente più morbida per garantire un eccezionale feeling al pilota attraverso il pedale del freno e, soprattutto, anche alle temperature più basse garantiscono sempre ottime prestazioni. Una delle loro caratteristiche costruttive è che godono del trattamento “brake-inT surface coating”, che permette un miglior adattamento tra il disco e la pastiglia ed inoltre sono un prodotto che preserva particolarmente il disco stesso. Oltre a ciò, l’ultima produzione ha subito un incremento del 15% della propria forza frenante, senza però perdere le caratteristiche che da sempre la contraddistinguono. Prezzo: 80-90 € al set.

TAROX 112 Sport

Tarox è un marchio che non ha bisogno di presentazioni: dopo soli 4 anni di vita dalla fondazione dell’azienda, nel 1980 riuscì ad entrare nel mondo della F.1 e solamente due anni dopo ne era già campione del mondo. Ancora adesso la produzione Tarox verte su sistemi ad altissime prestazione ed ogni prodotto gode della tecnologia sviluppata attraverso l’incessante impegno delle competizioni di tutto il mondo. Le 112 Sport sono le pastiglie Tarox pensate per l’utilizzo sportivo stradale e sono un’ottima alternative alle più inflazionate EBC Greenstuff. Anche da fredde riescono a garantire un coefficiente d’attrito pari a 0,37, che sale a 0,42 μ una volta raggiunto il proprio range ottimale, compreso tra i 200 ed i 300°C, ma le 112 Sport riescono a sopportare temperature fino a 600°C. Prezzo: circa 100 € al set.

FERODO DS Performance

Marchio di proprietà della Brembo ed attivo nei Campionati GT, Turismo e Formule di tutto il mondo, è certamente uno dei produttori più apprezzati da chi con la macchina ci si diverte per davvero e vuole sempre il meglio in ogni condizione. Le DS Performance sono l’entry-level della gamma Ferodo e, grazie ad un alto coefficiente d’attrito disponibile ad ogni temperatura, rappresentano la scelta migliore per chi fa tanta strada e vuole i propri freni sempre pronti anche in condizioni di bagnato ma con un mordente superiore rispetto a quanto garantito dai pads di serie. le DS Performance, inoltre, hanno un’ottima resistenza al fading, garantiscono un consumo minimo dei dischi ed una buona durata anche se maltrattate sui passi di montagna. A differenza delle Ferodo più pistaiole, con questo prodotto stradale non si temono i classici fischi quando le pastiglie sono ancora fredde. Prezzo: 120 € al set.

La Frenata: guida alla scelta delle pastiglie tra Strada e Pista
Ph by Mauro Manenti


UTILIZZO SPORTIVO STRADA-PISTA

Brembo HP2000

Brembo è forse il marchio più conosciuto in tutto il mondo per quanto riguarda sistemi frenanti. Vera e propria eccellenza italiana, è presente in Formula-1 dal lontano 1975, avendone ormai l’assoluto monopolio, così come in MotoGP, la classe regina del motociclismo sportivo. Le pastiglie HP2000 sostituiscono le vecchie HP1000, ed offrono un livello di prestazione simile alle Ferodo DS2500, ma strizzando maggiormente l’occhio al comfort di tutti i giorni, specialmente a livello di rumosorità. Pstiglia giusta per chi vuole mantenere il feeling più simile possibile all’originale, ma regalando un aumento significativo delle prestazioni al proprio impianto frenante e togliendosi lo sfizioni di qualche turno in pista ogni tanto. Prezzo: circa 100 € al set.

Ferodo DS2500

La mescola SD2500 ha un coefficiente d’attrito alto, pari a 0,50 μ, e permette anche a basse temperature una buona prestazione. Sono il compromesso perfetto per chi usa la propria macchina specialmente in strada, spesso magari attaccando qualche passo di montagna, per poi passare la giornata al track-day, senza doversi preoccupare troppo del decadimento della pastiglia, perché le DS2500 resistono ancor più che in passato al proprio decadimento, mantenendo più a lungo le proprie capacità di frenata anche quando le pastiglie hanno più km di utilizzo cattivo sulle spalle. Sono però famose anche per fischiare non poco a freddo, fortunatamente però senza produrre quel classico suono di “ferraglia”. Prezzo: 160/170 € al set.

EBC Yellowstuff

Si torna agli inglesi di EBC, con la Yellowstuff, una pastiglia fortemente votata all’uso stressante in pista, che garantisce un elevatissimo livello di attrito e quindi alte performance di frenata. A differenza delle Ferodo DS2500, dirette rivali, le EBC “gialle” hanno una tendenza più accentuata a mangiare il disco, specialmente quello originale. Queste pastiglie inglesi tuttavia, anche strapazzandole con numerosi track-day, riescono a mantenersi “in vita” a lungo e a freddo sono poco rumorose. Prezzo: circa 130 €

TAROX 114 Corsa

Il compromesso (anche se qua siamo ad un passo da una pastiglia prettamente racing) tra l’utilizzo stradale e quello pistaiolo di Tarox è chiamato 114 Corsa, prodotto che garantisce a temperature normali un coefficiente di attrito di 0,47 μ, che si portano a 0,49 una volta in temperatura. Il loro più specifico range di utilizzo è compreso tra i 200° ed i 400°C, ma sopportano temperature fino agli 800°C, valore che esprime esaustivamente quanto siano una delle scelte più azzeccate se la vostra intenzione sarà quella di passare parecchio tempo tra i cordoli, magari più volte al mese, perché queste Tarox non presentano il fenomeno del fading (ovvero la perdita della propria capacità di attrito se surriscaldate). Le 114 Corsa sono però buone anche su strada, risultando sempre pronte anche da freddo, ma dovrete essere pronti a sopportare un bel po’ di fischi soprattutto in mezzo al traffico. Prezzo: circa 190/200 €

PAGID Blu

La Pagid Racing è una casa costruttrice prevalentemente impegnata nel motorsport e non a caso, negli ultimi hanno sempre più squadre dei campionati più blasonati sono passati ai prodotti Pagid. La mescola Blu di Pagid è un compromesso un po’ estremo che segue la strada delle Tarox 114 Corsa: il suo range di utilizzo dai 350 ai 600°C, con un picco fino ai 650°C per un breve periodo. Il loro coefficiente di attrito a freddo è pari a 0.40, che amenta a ben 0.47 in temperatura. Anche con questo prodotto, validissimo (ma un po’ estremo su strada) bisogna fare i conti con un alto livello di rumorosità ed un più lungo periodo di rodaggio se fatto su circuiti urbani. Prezzo: 200 €

La Frenata: guida alla scelta delle pastiglie tra Strada e Pista

UTILIZZO ESCLUSIVAMENTE SU PISTA E RACING

FERODO DS3000/DS3000 Plus 03/DS3000 Endurance

Con queste mescola si entra di diritto nei prodotti “Track Use Only” di Ferodo. Le ultime produzioni sono caratterizzate da tempi ridotti di rodaggio del 50%, coefficiente d’attrito che arriva a toccare ben 0,62 μ in temperatura ottimale d’utilizzo e garantiscono un miglior comportamento della vettura arrivando ancora frenati al punto di corda. La Plus 03 rappresenta poi la pastiglia con il più alto coefficiente di tutti i prodotti Ferodo: addirittura 0.72 μ, mentre la loro durata è superiore del 20/30 % rispetto alle DS3000 “normali”. Per quanto riguarda le Endurance, il loro mordente è inferiore (“solo” 0.52) rispetto alle due mescole precedenti, tuttavia a temperature inferiori ai 500°C, le Endurance hanno una vita 3 volte superiore alle DS3000. Prezzi: 240 € e superiore.

TAROX 116 Competizione

Le pastiglie racing di Tarox coniugano performance ad affidabilità senza compromessi. Il coefficiente d’attrito non è da riferimento (ci si ferma a 0.52 nel suo range di utilizzo), ma queste 116 Competizione rilasciano uno strato protettivo sulla pista frenante che ne prolunga la durata anche dopo un uso intenso. Oltre a ciò, il basso livello di comprimibilità fa sì che il pedale rimanga sempre estremamente modulabile mentre la stabilità termica garantisce prestazioni costanti giro dopo giro. Le loro migliori performance sono garantite tra i 300 ed i 700°C ma possono sopportare fino a picchi massimi di 900°C. Prezzo: 270 €.

PAGID Nere (RS14)

Le RS14 sono paglisti a base di ceramica con medio elevato livello di attrito e con un potente attacco iniziale. La loro temperatura di esercizio è compresa tra i 400 ed i 700°C, arrivando a sopportare massimi di 800°C. Le Pagid Nere risultano inoltre essere dotate di eccellenti caratteristiche di rilascio ed un’ottima modulazione.  Prezzo: oltre 250 €.

PAGID RS15

Step successivo alle RS14, le RS15 offrono un coefficiente d’attrito addirittura del 20 % superiore alle Nere, anche se a leggero discapito dell’usura. Pur offrendo un ottimo livello di modulabilità, le RS15 necessitano di finezza per non andare in “over-braking”, specialmente con vetture piccole e dal peso leggero. Sale anche il range di utilizzo rispetto alle Nere: la temperatura ottimale di esercizio è infatti compresa tra i 400 e gli 800°C, mentre il picco massimo sopportabile arriva a 900°C. Prezzo: oltre i 270 €.

 

Related posts

Leave a Comment