You are here
Alpine A110, il ritorno dei francesi tra le compatte sportive Latest news news 

Alpine A110, il ritorno dei francesi tra le compatte sportive

Alpine A110, il ritorno dei francesi tra le compatte sportive

A qualche giorno dalla presentazione ufficiale al salone elvetico di Ginevra, il marchio Alpine ha finalmente tolto i veli alla sua nuova creatura, la A110 (erede dell’originale e mai dimenticata A110 Berlinette), vettura pronta a creare scompiglio nell’agguerrito segmento delle compatte sportive, in cui già figurano la Porsche 718 Cayman, la Lotus Elise e l’Alfa Romeo 4C, auto che fanno della compattezza, della potenza e della leggerezza un mix esplosivo che si traduce in un’esperienza di guida di assoluto riferimento.

Mentre è noto come il telaio e la carrozzeria siano realizzati in alluminio, proprio per rispettare l’imperativo categorico della leggerezza, non è ancora noto molto per quanto riguarda il gruppo termico che alimenterà questa sportiva; ma ci si aspetta un 1.8 L (o più brobabilmente un 2.0 L) turbo 4 cilindri in linea da 250-300 CV, posizionato centralmente o posteriormente. Oltre a ciò, Alpine ha curato a fondo anche l’aerodinamica, così da massimizzare ancor più le prestazioni di questa attesissima A110, che segna un ritorno importante del marchio francese nel segmento sport.

Alpine A110, il ritorno dei francesi tra le compatte sportive

Carlos Ghosn, CEO del Gruppo Renault di cui il piccolo costruttore francese fa parte, non a caso di recente ha affermato: “Il marchio Alpine è un brand strategico per tutto il Gruppo Renault. La versione di serie della nuova sportiva è una reale opportunità di sfruttare le nostre prestazioni ed esperienze su pista attraverso una inedita sportiva dal peso contenuto.” Le caratteristiche precise e tutti i dettagli sulla nuova nata saranno presentati direttamente al Salone di Ginevra 2017.

E per uanto riguarda il prezzo? Ovviamente è ancora presto per saperlo e bisognerà attendere la presentazione prevista per il 7 marzo alle ore 13:15 allo stand Alpine nella Hall-4, ma in linea con le concorrenti potremmo realisticamente immaginare che si aggirerà intorno ai 70-80.000 €.

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment