Glickenhaus SCG-003 Competizione e Street-legal: la GT che sogna i prototipiCuriosità Latest news 

Glickenhaus SCG-003 Competizione e Street-legal: la GT che sogna i prototipi

Glickenhaus SCG-003 Competizione e Street-legal: la GT che sogna i prototipi

Sessantaquattro anni e tanta, tantissima passione per le auto sportive: è questa la ricetta che sta alla base dell’esotica Glickenhaus SCG003, la supercar ispirata al mondo dei prototipi LMP1/LMP2 fortemente voluta dal facoltoso collezionista americano James Glickenhaus, che nel 2011 ha fondato la Scuderia Cameron Glickenhaus per dare vita alla macchina dei suoi sogni; una macchina nata infatti dopo l’esperienza della one-off Ferrari P4/5 Competizione M (ovvero, modificata), che nel 2012 riuscì a completare un giro del Nurburgring in appena 6 minuti e 51 secondi, ovvero abbassando di ben 7 secondi il best-lap fatto registrare dalla Ferrari 599XX.

Realizzata quindi in collaborazione con la Granstudio di Torino, di Lowie Vermeersch e Goran Popovic, insieme alla Podium Engineering di Paolo Catone, il progetto della SCG003 è stato diretto niente meno che da Paolo Garella, già a capo del progetto P4/5 Competizione M, che ha così seguito e guidato attentamente il team durante i 18 mesi di sviluppo della vettura. Ma per la Glickenhaus, tuttavia, a differenza di quanto si possa pensare, è stata prevista anche una versione targata, che fu presentata in occasione del Salone di Ginevra del 2015: la SCG003C è infatti il modello studiato appositamente per le competizioni, mentre la 003S è la versione stradale, con un propulsore sviluppato per venire incontro alle esigenze delle politiche sulla salvaguardia dell’ambiente.

glickenhaus scg003c competizione

Ma cosa si nasconde sotto la Glickenhaus, versione da corsa? Prendendo in prestito un’espressione gergale, possiamo dire che la SCG003C è “tanta roba”. Sostenuta da una struttura interamente in fibra di carbonio progettata per la sostituzione rapida del motore, la Glickenhaus è animata da un propulsore Honda 3.5 l V6 bi-turbo da 545 CV (pensato per rientrare nella categoria GT3) abbinato ad un cambio cambio Hewland a 7 rapporti. Le sospensioni sono di tipo “push-rod”, l’elettronica è della Bosch ed il peso si ferma ad appena 1350 Kg. Dati, questi, che si sono tramutati nell’aprile del 2015 nel nuovo record del Nurburgring per vetture GT: la Glickenhaus è riuscita infatti ad essere più veloce della Pagani Zonda R (e di ben 18 secondi più rapida della Radical SR8 LM), bloccando il cronometro in appena 6 minuti e 42 secondi! Una vettura da sogno impegnata da due anni nelle competizioni endurance, e per la quale James Glickenhaus sogna di riuscire ad iscriverla alla categoria LMP1 non ibrida per la 24 Ore di Le Mans.

Per quanto riguarda la versione “Street Legal”, per non passare attraverso i costosi crash-test ed evitando l’installazione degli air-bag, la Scuderia Cameron Glickenhaus ha deciso di far entrare la SCG003S nella categoria delle Kit-Car, potendo così mantenere chicche di primissimo livello come il volante e la dash-board della versione da corsa anche su quella stradale. Ma cosa cambia sulla S? I cerchi da 18” sono gli stessi della C ma le slick ovviamente sono state sostituite con gomme stradali sviluppate dalla Dunlop, l’impianto frenante è della AP Racing, sparisce la grossa ala posteriore per una invece dal profilo più contenuto e “politicamente corretto”, mentre la novità più importante è il propulsore: nella versione stradale, infatti, il motore è sempre un derivato Honda ma questa volta si tratta di un V8 4.4 l bi-turbo da circa 800 CV e 590 Nm di coppia, il tutto scaricato sulle soli ruote posteriori dallo stesso cambio Cima a 7 rapporti montato sulla Koenigsegg. James Glickenhaus ha previsto per adesso un totale di 10 ordinazioni ma vorrebbe riuscire a vendere 20 esemplari stradali così da avere il budget per aprire il team per la prossima 24 Ore di Le Mans.

Ma a proposito di costi, di quanto bisognerebbe alleggerire il proprio conto in banca per aggiudicarsi una di queste incredibili vetture, costruite seguendo specifiche e filosofie dei prototipi LMP1 ed LMP2? Disponibili, infatti, solo su ordinazioni, per la 003C sono necessari ben 2 milioni di dollari, mentre per la 003S si scende ad “appena” 1,3 milioni.

Curiosità: in attesa di ricevere l’okey tecnico dall’organizzazione, il driver italiano Edo Varini potrebbe scendere in pista questo week-end (30 settembre, 1-2 ottobre) a Monza con la Glickenhaus SCG 003C per disputare il round brianzolo dell’International GT Open!

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

One Thought to “Glickenhaus SCG-003 Competizione e Street-legal: la GT che sogna i prototipi”

  1. […] conoscere la storia e tutti i dettagli tecnici LEGGI QUI, mentre sotto goditi il bellissimo album fotografico composto dal nostro bravissimo Mauro […]

Leave a Comment