Honda CBR1000RR 2017: Dalla Croazia le due foto spia, finalmente è pronta?!news Nuovi Modelli 

Honda CBR1000RR 2017: Dalla Croazia le due foto spia, finalmente è pronta?!

Honda CBR1000RR 2017: Dalla Croazia le due foto spia, finalmente è pronta?!

Sono passati quasi 10 anni – SP e restyle a parte – da quando Honda presentò al mondo quella che è ancora l’attuale CBR1000RR Fireblade, e sono almeno 6 anni che appassionati, piloti e team richiedono a gran voce una CBR tutta nuova, che possa finalmente lottare ad armi pari con una concorrenza sempre più agguerrita, sempre più potente e tecnologica, che non permette alla CBR già più da tempo (il WSBK è un discorso un po’ a a parte) di trovare il proprio spazio tra le piste di tutto il mondo.

E se le voci che volevano l’arrivo della nuova CBR nel 2018 ci avevano ancora una volta tolto la speranza di rinnovare l’interesse nei confronti della Casa di Tokyo, due foto rubate al circuito croato di Grobnik-Rijeka dal fotografo Sandro Rubinic potrebbero finalmente farci ben sperare. Perché quella che compare nelle due spy-photo dovrebbe essere proprio l’inedita CBR1000RR Fireblade 2017.

Honda CBR1000RR 2017: Dalla Croazia le due foto spia, finalmente è pronta?!

E cosa ci dovremmo aspettare da questa moto? Certamente badilate di CV in più rispetto al modello precedente. Almeno 40 CV in più per essere finalmente competitiva con quei missili che sono BMW, Yamaha, Ducati e Kawasaki. Ci si dovrebbe finalmente aspettare tanti bei gadget elettronici, dal traction-control al Ride-by-wire e così via, senza poi dimenticare una notevole cura dimagrante, perché con il pieno l’attuale CBR1000RR fa segnare ben 200 Kg alla bilancia, destinati a salire ulteriormente se equipaggiata con il sistema ABS.

Guardando però le due foto, si evince come la forcella anteriore sia rimasta la Showa BPF (Bid Piston Fork) e per quanto riguarda l’impianto frenante ancora il già conosciuto (e non troppo performante) Tokiko. Ciò potrebbe far presupporre che Honda abbiamo già preparato anche la più raffinata (e quindi più costosa) versione SP, con probabilmente delle Ohlins sia all’anteriore che al posteriore (o magari una Showa pressurizzata come quella presente sulla Kawasaki Ninja) ed un più performante impianto Brembo per l’arresto.

Ad ogni modo, adesso l’attesa è tutta per Eicma 2016. Bentornata Honda!

Related posts

Leave a Comment