You are here
F1 news 

A Monza nelle FP3 Hamilton è imprendibile anche per Rosberg. Inseguono le Ferrari

2016 Italian Grand Prix, Friday

Lewis Hamilton, un po’ più staccato Nico Rosberg e poi…il vuoto. Le FP3 del GP d’Italia, in sostanza, potrebbero essere riassunte così. Il #44 della Mercedes si mette davanti a tutti con autorità, chiudendo la terza ed ultima sessione prima delle Qualifiche con un 1’22”008 che gli permette di rifilare 393 millesimi di distacco al compagno di Team Nico Rosberg, 2° allo sventolare della bandiera a scacchi dell’ora di Prove Libere.

Dietro le Frecce d’Argento, come accaduto al venerdì, ci sono le due Ferrari, ma i distacchi accusati dalle due creature di Maranello non sono confortanti. Al termine della simulazione di Qualifica, infatti, Vettel ha chiuso in 1’22″946, prendendosi ben 938 millesimi da Hamilton, e peggio ha fatto Raikkonen, il cui miglior giro è stato un 1’23”149 che lo ha portato ad oltre 1″ di ritardo dal tempo dell’inglese della Mercedes. La speranza, per tutti i tifosi Ferrari accorsi in massa a Monza, è che le due SF16-H si siano ancora tenute qualcosa “nel taschino” della loro PU aggiornata con gli ultimi 3 gettoni di sviluppo, da tirar fuori solamente nel Q2 e nella Q3 delle Qualifiche di oggi pomeriggio. Dietro le Ferrari, poi, la notizia è che in queste FP3 non ci sono le RedBull: quinta e sesta sono infatti le Williams di Bottas e Massa, divise da meno di due decimi tra di loro ma staccate di circa 1″5 dalla cima della Classifica, che si tengono dietro proprio il duo RedBull, con Ricciardo davanti a Verstappen. Le due RB12, tuttavia, sono così attardate – con distacchi nell’ordine del secondo e 7 decimi – perché entrambe si sono maggiormente concentrate sul passo-gara, non tentando la simulazione di qualifica nella fase finale della sessione, quando la pista era più gommata e consentiva prestazioni migliori.   è poi Perez, l’ultimo pilota ad avere un distacco inferiore ai 2″, che si tiene dietro la Haas di Gutierrez e l’altra Force India di Nico Hulkenberg, appena fuori dalla Top Ten.

12° è Button, che precede un Carlos Sainz in risalita rispetto alle difficoltà di ieri ed un Grosjean che ha chiuso con largo anticipo – e con soli 4 giri all’attivo – la propria sessione a causa di un testacoda in percorrenza della Variante Ascari. Quindicesima piazza per Palmer, subito seguito da Ericsson, Alonso – molto più arretrato rispetto a quanto visto ieri -, Nasr e Magnussen. A chiudere lo schieramento ci pensano poi Daniil Kvyat, ancora una volta distante dal compagno di squadra, ed il duo Manor, con Wehrlein che si mette davanti ad Ocon per poco meno di un decimo.

Ecco la Classifica completa al termine di queste FP3: 
Cra9MdeWEAArqNE

Related posts

Leave a Comment