In Belgio trionfa l'idolo di casa Strijbos, sabbie mobili invece per GajerMotocross news 

In Belgio trionfa l’idolo di casa Strijbos, sabbie mobili invece per Gajer

In Belgio trionfa l'idolo di casa Strijbos, sabbie mobili invece per Gajer

Sul terreno sabbioso di Lommel, a vincere la tappa belga della MX-GP è stato l’idolo di casa Kevin Strijbos, pilota della Suzuki, che è riuscito a trionfare grazie a due terzi posti conquistati; ci si aspettava potesse essere proprio Tony Cairoli ad approfittare delle caratteristiche a lui congeniali della pista, ma così non è stato.

A trovare infatti la vittoria in Gara 1 é stato Maximilian Nagl, pilota della Husqvarna, che non solo conferma il suo grande stato di forma, ma che soprattutto sfrutta in pieno la caduta dell’implacabile Tom Gajser, affondato nelle sabbie del Belgio e scivolato ben in 15° posizione al termine della prima manche. Sul secondo gradino del podio è così salito il vincitore dello scorso anno Shaun Simpson mentre  al 3° posto ha concluso Kevin Strijbos. Gran peccato invece per Tony Cairoli dal quale ci si aspettava decisamente di più e soprattutto chiamato a sfruttare tutta la propria esperienza per avvantaggiarsi della battuta d’arresto di Gaijer. Ma purtroppo così non è stato e l’otto volte iridato si è dovuto accontentare della 6° posizione, appena dietro Romain Febvre.

Tim Gajser però si riscatta in Gara2, vincendo la manche e trionfando su un Tony Cairoli che, tenuto a debita distanza dal portacolori della Honda, conclude così in 2° posizione la seconda manche e chiude in 3° posizione il GP del Belgio. Di nuovo a podio poi la Suzuki di Kevin Strijbos, che si aggiudica così il GP. Da sottolineare poi un ottimo 4° posto sia nella manche sia nella classifica generale del GP per Jeremy Van Horebeek, il quale è riuscito a distinguersi su un terreno a lui molto poco congeniale. Deludono invecer Nagl e Simpson che, dopo la bellissima prestazione di Gara-1, non sono andati oltre i rispettivi 7° e 12° posto. Debacle invece per il campione del mondo in carica Febvre addirittura 27° sulla sua Yamaha: un risultato molto negativo che gli fa perdere terreno in classifica nei confronti di Nagl e Cairoli.

RISULTATI GARA2:
1. Nagl (Husqvarna) in 34’19”464; 2. Simpson (KMT a 8”152; 3. Strijbos (Suzuki) a 13”700; 4. Desalle (Kawasaki) a 16”852; 5. Febvre (Yamaha) a 18”247; 6. Cairoli (KTM) a 18”848; 7. Van Horebeek (Yamaha) a 38”021; 8. Coldenhoff (KTM) a 40”088; 9. Leok (KTM) 43”058; 10. Bobryshev (Honda) a 55”033.

RISULTATI GARA2:
1. Gajser (Honda) in 34’41″636; 2. Cairoli (KTM) a 13″289; 3. Strijbos (Suzuki) a 36″471; 4. Van Horebeek (Yamaha) a 40″308; 5. Coldenhoff (KTM) a 47″864; 6. Bobryshev (Honda) a 53″330; 7. Nagl (Husqvarna) a 1’00″924; 8. Jasikonis (Suzuki) a 1’04″645; 9. Searle (Kawasaki) a 1’08″197; 10. Desalle (Kwasaki) a 1’16″375.

CLASSIFICA MX-GP:
1. Strijbos punti 40; 2. Nagl 39; 3. Cairoli 37; 4. Van Horebeek 37; 5. Gajser 31; 6. Simpson 31.

Related posts

Leave a Comment