F1 news 

In FP2 si conferma Rosberg davanti ad Hamilton. Ma le RedBull impressionano sul passo gara

CoiUBFUUMAIrzrY

Sì, è vero, davanti a tutti ci sono ancora le due Mercedes. Ma le RedBull, in questa seconda sessione di Prove Libere del GP di Germania, hanno davvero impressionato soprattutto per quel che riguarda il passo gara, proprio lì dove invece in FP1 erano apparse in difficoltà.

Su una pista leggermente più lenta rispetto a quanto fatto vedere nel corso della mattinata, la simulazione di Qualifica non ha dato un esito diverso da quello che chiunque si sarebbe aspettato: Nico Rosberg chiude infatti in testa in 1’15”614, riuscendo a distanziare di quasi 4 decimi Lewis Hamilton, che però nel proprio giro veloce ha commesso più di qualche piccola sbavatura. , e stavolta più vicino alla coppia delle Frecce d’Argento, è Sebastian Vettel, che ha portato la SF16-H a 594 millesimi di ritardo dalle due W07. Sembrava potesse essere una sessione positiva, quella della Ferrari, ma sul passo gara Hockenheim per oggi ha emesso un verdetto differente: Vettel – seppur con un flatspot – infatti, e ancor di più Raikkonen – forse però alle prese con un problema tecnico sulla sua Ferrari – si sono ritrovati ad essere più lenti non solo delle Mercedes, ma anche delle RedBull, in grado queste ultime di girare con più costanza su tempi molto simili – se non addirittura più veloci… – delle Mercedes, con Ricciardo e Verstappen che hanno girato sul passo dell’1’19”alto – 1’20” basso per più di 10 giri consecutivi. RedBull che tra l’altro non sono troppo indietro neppure per quel che riguarda il giro secco, visto che Verstappen () e Ricciardo () sono distanti meno di 3 decimi dalla Ferrari di Vettel. è poi l’altro ferrarista, con Raikkonen che si è tenuto dietro la Force India di Hulkenberg, risalita in Classifica non appena ha montato le SuperSoft, a sua volta a precedere Button – attualmente in Ospedale per una visita precauzionale ad un occhio irritato -, Perez ed Alonso, che in questa FP2 è l’ultimo pilota della Top Ten.

Appena fuori dai primi 10 si ritrovano invece i due della Toro Rosso, con Sainz a precedere Kvyat di appena 15 millesimi, mentre Bottas conferma le difficoltà della Williams portando la prima delle FW38 in 13esima posizione. Dietro di lui si piazza poi Grosjean, l’altra Williams di Massa e l’altra Haas di Gutierrez, salito per la prima volta in macchina in questo weekend dopo aver lasciato il proprio volante a Charles Leclerc durante le FP1. 17° è Magnussen, che precede Ericsson, Wehrlein – risalito dal fondo dello schieramento in queste FP2 – e Palmer, anche lui come Gutierrez all'”esordio” in questo weekend tedesco dopo aver ceduto la R16 ad Ocon. Fanalini di coda, infine, sono Haryanto e Felipe Nasr, che accusa ben 3″6 di ritardo dal crono di Rosberg.

Ecco la Classifica al termine delle FP2:

CoiUuUbVUAAF4vJ

Related posts

Leave a Comment