Le Ducati velocissime anche nel Day2 di Spielberg, KTM debutteranno a ValenciaMotoGP news 

Le Ducati velocissime anche nel Day2 di Spielberg, KTM debutteranno a Valencia

Le Ducati velocissime anche nel Day2 di Spielberg, KTM debutteranno a Valencia

Al termine del secondo giorno di test della MotoGP a Spielberg, esattamente come ieri è stata ancora la Ducati ad aver monopolizzato le prime posizioni della classifica cronometrica. Ma se ieri era stato Andrea Dovizioso il leader della giornata, questo Day2 ha visto invece il suo omonimo di Vasto accaparrarsi il best-time, avvantaggiandosi del nuovo telaio evoluzione e facendo infatti registrare un velocissimo 1’23.240, referto significativamente più rapido rispetto a quanto fatto registrare ieri dal forlivese. Il Dovi, invece, passato in 2° posizione al termine di questa giornata di test, ha accusatoben 4 decimi e mezzo dalla prestazione del proprio compagno di squadra, andando però comunquea a sottolineare quanto le moto di Borgo Panigale si trovino a proprio agio in mezzo ai cordoli del RedBull Ring.

Ancora una volta Casey Stoner non manca di rimarcare la propria velocità, chiudendo il Day2 in 3° posizione: per l’australiano, infatti, il miglior crono siglato è stato di 1’23.865, fermandosi così a circa 6 decimi dalla prestazione del pilota di Vasto, ed annoverando poi anche una caduta alla curva-8 proprio sul finale della sessione pomeridiana quando stava anche migliorando il proprio tempo (fortunatamente non ha comportato conseguenze fisiche al pilota). Tuttavia, Stoner, al termine del Day2, ha confermato che non scenderà in pista a Spielberg, pista invece sulla quale ha voluto limitarsi al puro test della Desmosedici. (Speriamo invece che decida di farci una sorpresa per la sua gara di casa, ndr).

Le Ducati velocissime anche nel Day2 di Spielberg, KTM debutteranno a Valencia

Ducati che, poi, ha continuato a palesare il proprio stato di forma sul circuito austriaco con il 4° miglior crono di cui è stato autore lo spagnolo del team Avintia, Hector Barbera, sceso ad 8 decimi dal miglior tempo evidenziato nella classifica cronometrica. Risale poi la Yamaha M1 di Valentino Rossi, portatosi infatti in 5° posizione dopo aver effettuato il proprio miglior passaggio in 1’24.169 e precedendo così il proprio compagno di squadra, Jorge Lorenzo, che conclude in 6° posizione. Per quanto riguarda i due piloti della Suzuki, Maverick Vinales (7°) vince il confronto con il compagno di squadra Aleix Espargarò (8°), dopo aver entrambi continuato il lavoro di set-up dell’elettronica in vista del prossimo Gran Premio.

A chiudere invece la Top10 sono stati due ducatisti: Scott Redding si è infatti fermato in 9° posizione, precedendo così il sudamericano Yonny Hernandez (10°). Alle loro spalle, invece, sono sopraggiunti l’inglese di Honda LCR, Cal Crutchlow (11°), poi Eugene Laverty (12°), Jack Miller (13°) e Danilo Petrucci (14°). Tito Rabat è riuscito a risalire in 15° posizione, precedendo così il tester di Borgo Panigale, Michele Pirro, che tuttavia non ha potuto completare molti giri a causa del rientro in pista nel pomeriggio dell’australiano Casey Stoner.

Continua, invece, a stupire la KTM che con Mika Kallio accusa ancora poco più di 2 secondi di ritardo dalla prestazione di Andrea Iannone, mentre Tom Luthi colleziona mezzo secondo in più rispetto al pilota finlandese. Ad ogni modo, quella della squadra austriaca è stata una prestazione (forse) inaspettata che ha indotto così gli altipiani di KTM a confermare il debutto della RC16 al Gran Premio di Valencia, ultima tappa del Motomondiale. Hanno invece continuato a girare senza transponder i piloti della Aprilia: in sella alle due RS-GP c’erano oggi Lowes e Bautista.

MotoGP™ World Championship 2016
Test Red Bull Ring
Classifica 2° Giorno (mercoledì 20 luglio)

01- Andrea Iannone – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’23.240
02- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’23.680
03- Casey Stoner – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’23.865
04- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’24.091
05- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’24.169
06- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’24.194
07- Maverick Vinales – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – 1’24.208
08- Aleix Espargaro – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – 1’24.335
09- Scott Redding – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP15 – 1’24.375
10- Yonny Hernandez – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’24.396
11- Cal Crutchlow – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – 1’24.455
12- Eugene Laverty – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’24.497
13- Jack Miller – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – 1’24.555
14- Danilo Petrucci – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP15 – 1’24.602
15- Tito Rabat – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – 1’24.760
16- Michele Pirro – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’25.139
17- Mika Kallio – Red Bull KTM MotoGP – KTM RC16 – 1’25.191
18- Thomas Luthi – Red Bull KTM MotoGP – KTM RC16 – 1’25.705
19- Loris Baz – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’26.453

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment