F1 news 

Hamilton ancora in testa nelle FP3, Vettel ancora problemi: sostituzione del cambio in vista?

Lewis Hamilton fa 3 su 3. Continua il weekend perfetto del pilota inglese, in cima alla lista dei tempi anche al termine della terza ed ultima Sessione di Prove Libere grazie al suo 1’30”904, un tempo di circa 4 decimi più rapido rispetto al miglior crono di ieri e che lascia presagire tempi in Qualifica enormemente inferiori rispetto alla Pole Position del 2015, che era oltre l’1’32”. Ma, come già accaduto ieri, girare così veloce non è sufficiente a Lewis Hamilton per scrollarsi di dosso Nico Rosberg, che infatti lo insegue ad appena 63 millesimi di ritardo e che di certo vorrà rovinare la festa del #44 non appena il cronometro inizierà a contare seriamente.

Conferme di un buon livello di prestazioni arrivano poi dalla RedBull, che come ieri piazza le sue RB12 ad inseguire le Frecce d’Argento, con Ricciardo () che paga 584 millesimi di ritardo da Hamilton e Verstappen subito dietro che accusa poco meno di un decimo di distacco dal compagno di Team. In difficoltà, ed è inutile negarlo, è la Ferrari: Vettel non va oltre il tempo finale, ad 1″145 dal crono dell’inglese della Mercedes, ma soprattutto non appena superato il traguardo del suo ultimo tentativo di giro veloce accusa nuovamente un problema al cambio, cosa che era accaduta già nel corso della giornata di ieri. A scanso di un miracolo, per la Ferrari si prospetta un weekend difficilissimo: la SF16-H non si trova a suo agio con le mescole più dure della Pirelli e con queste temperature di aria ed asfalto, il telaio non sembra essere ancora al livello di Mercedes e RedBull e oltretutto anche l’affidabilità latita, con il rischio di dover far pagare ulteriori 5 posizioni di penalità sulla griglia di partenza a Vettel visto che ormai le componenti della macchina erano state punzonate per il weekend e non potevano quindi più essere sostituite “liberamente”. è Bottas, che si tiene davanti un ottimo Fernando Alonso – giusto per tornare al discorso della bontà del telaio delle varie Scuderie… – ad 1″850 dal tempo di Hamilton e Nico Hulkenberg. Solo nona è l’altra Ferrari, quella di Kimi Raikkonen, che paga addirittura 1″929 dalla cima della Classifica e che precede la Toro Rosso di Sainz, che gli è distante meno di 30 millesimi.

Appena fuori dalla Top Ten c’è un buon Esteban Gutierrez, che si tiene dietro Button, Grosjean, Perez e Massa, questi ultimi apparsi molto più attardati rispetto ai loro compagni di Team. 16° è Kvyat, davanti a Nasr, alla coppia Renault formata da Palmer e Magnussen e ad Haryanto. La ventunesima casella è invece di Ericsson, protagonista tra l’altro di un brutto crash all’uscita della Stowe, con la sua C34 che ha messo le ruote del lato di sinistra sull’erba sintetica ancora umida dalla pioggia di stanotte e che è finita contro le barriere sul lato opposto della pista dopo essersi intraversata. Tra l’altro, non poche perplessità ha suscitato il fatto che il volante della monoposto elvetica si sia staccato quasi subito dopo l’impatto, per cause che forse sarebbe meglio verificare in fretta. Fanalino di coda, infine, è Wehrlein, che chiude a 3″754 dal tempo di Hamilton.

Ecco la Classifica completa al termine delle FP3:

Cm6kQ8SWYAAXdke

Related posts

Leave a Comment