SBK Laguna Seca 2016 – Info, Orari Dirette TV e Streamingnews WSBK 

SBK Laguna Seca 2016 – Info, Orari Dirette TV e Streaming

SBK Laguna Seca 2016 – Info, Orari Dirette TV e Streaming

Dopo tre settimane di stop per i protagonisti del Mondiale Superbike è tempo di ritornare in sella alle proprie moto, e di darsi battaglia in quello spettacolare palcoscenico che è Laguna Seca, in occasione del 9° round stagionale di questo combattutissimo 2016.

Ad affacciarsi alla tappa americana saldamente in cima alla classifica iridata è il nordirlandese della Kawasaki, Jonathan Rea, forte dei suoi 343 punti contro i 277 del compagno di squadra Tom Sykes, quest’ultimo reduce infatti dal week-end di Misano in cui ha subito per ben due volte la sconfitta in gara da parte di Rea e che ora dovrà fare ancora di più e sperare pure in un pizzico di sfortuna nei confronti del Campione del Mondo in carica per pensare di recuperarlo in tempo per giocarsi il Titolo alla fine del Campionato. Situazione ora molto più ardua invece per il gallese Chaz Davies che a Misano ha collezionato un 4° posto in Gara-1 ed uno zero nella seconda manche, ed ora in classifica vanta “appena” 244 punti. Per gli uomini di Borgo Panigale, quindi, iniziano notevolmente a sfumare le chance di una Panigale campione del mondo.

Denominato anche Mazda Raceway, proprio perchè sponsorizzato dal marchio nipponico già da tantissimi anni, il tracciato fu inaugurato il 9 novembre 1957 e soltanto nel 1988 subì la sua unica importante modifica, che interessò infatti il segmento compreso dalla curva 2 alla curva 5: un intervento necessario a raggiungere la lunghezza minima richiesta dalla FIM.

Attualmente, quindi, la pista statunitense, situata su una collina a 250 m. dal livello del mare e distante 12 Km dalla città di Monterey, conta una lunghezza totale di 3610 m. ove si snodano 11 (+1) curve, delle quali 7 a sinistra e le rimanenti 5 a destra, il che comporta un equo utilizzo delle gomme. Tra i tanti saliscendi, Laguna Seca è divenuta celebre per il suo spettacolare Cavatappi (in inglese Corkscrew), chicane ripidissima con percorrenza da 80 Km/h che, teatro di incredibili sorpassi (uno su tutti quello di Valentino Rossi ai danni dell’allora ducatista Casey Stoner nel 2008), regala un bellissimo effetto visivo in cui le moto sembrano danzare nella sequenza sinistra-destra. Sfortunatamente, però, Laguna Seca non è un circuito che regala numerosi sorpassi perchè, come riportano i piloti, i punti per un possibile attacco sono molto pochi.

Laguna Seca track info

Ma se da una parte Laguna Seca non è il circuito da bagarre per antonomasia, certamente è un tracciato molto tecnico, che richiede ai piloti una gran quantità di “pelo sullo stomaco”: dopo infatti il breve rettilineo principale, sul quale le moto raggiungono 270 Km/h di Top Speed, la curva-1 dà inizio ad un tratto in discesa dove, frenando forte e sollecitando molto l’anteriore, si va a percorrere l’Andretti Harpin ad 80 Km/h piegando verso sinistra. Ma subito si affronta un cambio di direzione verso destra, entrando in curva-3 col il gas in mano ad oltre 180 Km/h. Si frena di nuovo forte per tuffarsi a destra nella quarta curva, dopo la quale si raddrizza velocemente la moto e si apre completamente il gas, arrivando così alla staccata della Curva-5 ad una velocità massima prossima ai 250 Km/h. Passata la quinta curva, i piloti si trovano davanti a sé altri due piccoli rettifili, intervallati soltanto dalla Curva-6, che gira verso sinistra. Passato quindi il Rahal Straight arriva il punto più atteso di tutto il circuito: frenando forte subito prima e durante la Curva-7, pochi metri e le moto si tuffano letteralmente in una sinistra “cieca” che subito si sussegue con un cambio di direzione in totale pendenza: è il famoso “Cavatappi”, il punto più iconico della pista che ha fatto di Laguna Seca un mito in tutto il mondo.  Scendendo in picchiata verso la curva dedicata a Rainey, da affrontare a circa 130 Km/h, le superbike si ritrovano davanti a loro altri due piccolissimi rettilinei, spezzati dalla Curva-10. Raggiunti quindi i 200 Km/h, altra frenata che anticipa l’undicesima curva, che gira verso sinistra, dopo la quale ad aspettare i piloti ci sarà la linea del traguardo.

Per quanto riguarda la scelta delle gomme, visti i continui sali-scendi e le dure frenate in pendenza Pirelli porterà sul tracciato californiano le mescole più dure all’anteriore,  mentre essendo meno sollecitate le coperture posteriori, per il retrotreno i piloti avranno a disposizione le mescole più morbide . Per l’anteriore, infatti, i piloti potranno optare per la SC2, la durissima SC3 e la soluzione SC1 in via di sviluppo denominata S1699. Per quanto riguarda invece il posteriore, il costruttore italiano porterà la SC0, la SC1 e la SC0 con mescola di sviluppo T1257.

Nelle due scorse edizioni i piloti vincitori sono stati solamente due, entrambi con doppietta: nel 2014 infatti fu Tom Sykes a monopolizzare il podio americano, mentre nel 2015 ad aggiudicarsi sia la prima che la seconda manche fu Chaz Davies. (2015 da ricordare sfortunatamente anche per il tragico incidente nella gara di contorno in cui persero la vita alla prima curva, subito dopo la partenza, due piloti spagnoli). Quest’anno però a scombinare le carte in tavola ci sarà anche il vero padrone di casa, Nicky Hayden, e con l’americano sul proprio terreno di caccia sarà davvero difficile prevedere un finale apparentemente certo.

SBK Laguna Seca 2016 – Orari Dirette TV, Repliche e Streaming


Venerdì 8 luglio
ore 19.15, Superbike, Prove Libere 1 (No Copertura TV)
ore 20.30, Superbike, Prove Libere 2  (No Copertura TV)

Sabato 9 luglio
ore 18.15, Superbike, Prove Libere 3 (No Copertura TV)
ore 20.30, Superbike, Superpole 1 (Italia 1 e Italia 2 – DIRETTA)
ore 20.55, Superbike, Superpole 2, (Italia 1 e Italia 2 – DIRETTA)
ore 23.30, Superbike, Gara 1 (Italia 1, Italia 2  – DIRETTA)

Domenica 10 luglio
ore 20.00, Superbike, Warm Up (No Copertura TV)
ore 23.30, Superbike, Gara 2 (Italia 1, Italia 2 e Eurosport – DIRETTA)

STREAMING

Potrete seguire tutti gli eventi attraverso il servizio Live Timing su WorldSBK.com oppure la Diretta Streaming offerta dal sito RojaDirecta. Vi ricordiamo inoltre che è disponibile l’App ufficiale (e gratuita) del Mondiale Superbike, dove potrete seguire comodamente dal vostro smartphone o dal tablet il Live Timing, il Live Tracking e tutti i turni commentati.

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment