WRC, Polonia: Mikkelsen torna a trionfare davanti a Tanaknews WRC & Rally 

WRC, Polonia: Mikkelsen torna a trionfare davanti a Tanak

WRC, Polonia: Mikkelsen torna a trionfare davanti a Tanak

Il trascorso weekend ha segnato lo svolgersi dell‘appuntamento polacco del World Rally Championship 2016. Dopo un susseguirsi di tappe condotte alla perfezione, di cui ben otto dominate, l’estone Ott Tanak è arrivato in penultima speciale dove il vantaggio di quasi 20 secondi sull’inseguitore Andreas Mikkelsen è stato vanificato da una foratura accusata sulla sua Ford Fiesta RS. Ben 40 le lunghezze perse, sufficienti a consegnare la vittoria del Rally al norvegese alfiere della terza Polo R di casa Volkswagen.

Seconda piazza quindi per l’estone, che non riesce ad agguantare la prima vittoria di casa Ford dopo 4 anni nonchè la prima assoluta per sé e per il Team DMACK. A fine gara, dopo la delusione e la rabbia sfogate dal giovane pilota baltico, il WRC assiste ad un episodio negli ultimi anni insolito per le massime categorie del Motorsport a quattro ruote: Sèbastien Ogier, Jari-Matti Latvala, Hayden Paddon, Andreas Nikkelsen e Thierry Neuville si stringono attorno al pilota e lo conducono sulle spalle dentro al parco della premiazione, celebrandolo come vero vincitore di una gara comandata dall’inizio alla fine.

WRC, Polonia: Mikkelsen torna a trionfare davanti a Tanak

Dietro di lui un buon Hayden Paddon, capace di riscattare con la sua Hyundai i20 Evoluzione le fosche prestazioni delle ultime due gare successive al suo trionfo in Argentina, terminando ad una manciata di secondi della seconda piazza. Prestazione anonima per il finlandese Jari-Matti Latvala, che porta la sua Polo R in quinta posizione alle spalle di un buono ma non eccelso Thierry Neuville, che riesce se non altro a portare punti preziosi al Team in una stagione completamente disastrosa (seppur per sfortuna), se si esclude la vittoria nell’ultima tappa del Mondiale.

Sesto in classifica finale il tre volte Campione del Mondo Sèbastien Ogier, vittima della posizione in griglia poco compatibile con il tracciato sterrato ma davanti a tutti in una Power Stage sotto il diluvio. Seppur faccia strano effetto, il fenomeno transalpino può concedersi risultati mediocri e non all’altezza delle sue massime prestazioni, dal momento che gode ancora di un vantaggio spropositato in classifica generale nei confronti degli inseguitori, primo fra tutti Andreas Mikkelsen, proprio oggi vincitore e ben 51 punti indietro. 

Segue Craig Breen su Citroen DS3,davanti alle due Fiesta RS ufficilali di Mads Ostberg ed Eric Camilli, ottavo e nono a 3 e 5 minuti dietro a Mikklesen, mentre chiude la Top 10 Teemu Suninen su Skoda Fabia R5.

Related posts

Leave a Comment