F1 news 

Cambio di…cambio? In Austria Vettel rischia 5 posizioni di penalità in griglia

13413127_1315324841830470_4461803657045182701_n

Uno degli elementi che, rispetto alla SF15-T, è stato maggiormente modificato sulla SF16-H è stato indubbiamente il retrotreno della vettura. Per ottenere una migliore rastremazione nella zona della Coca-Cola, infatti, sono state cambiate rispetto al 2015 le posizioni di parecchie componenti, con altre che sono state invece ulteriormente rimpicciolite.

Alcune, forse, a tal punto da comprometterne l’affidabilità. Che sia questo, ad esempio, il caso del cambio della SF16-H? Dall’Austria, infatti, giungono voci di una Ferrari fortemente preoccupata per la possibilità di dover sostituire un’altra volta la trasmissione su una delle loro vetture (in questo caso la #5 di Sebastian Vettel) il cui cambio, stando a quanto trapela dal RedBull Ring, avrebbe subito dei danni imprecisati nel corso dello scorso GP di Baku tali da metterne a rischio il suo funzionamento.

Qualora gli uomini di Maranello decidano di optare per la sostituzione della componente, su Vettel piomberebbe inevitabilmente la penalizzazione di 5 posizioni sulla griglia di partenza, visto che la sua attuale trasmissione è stata utilizzata solamente in 4 GP rispetto ai 6 che sarebbero necessari a termini di regolamento per sostituire il cambio senza dover incorrere in sanzioni. Un elemento, la trasmissione, che, sulla rossa #5, è stato già sostituito dopo il GP di Cina e dopo il GP di Russia (quest’ultima modifica non portò però a penalità perché dovuta al crash con Kvyat).

Qualunque sia la decisione che verrà presa, si prospetta un altro weekend non semplicissimo per gli uomini in Rosso. Perché se è vero che partire in mezzo al gruppo non rende mai la vita facile, è altrettanto vero che disputare un’intera gara con il timore che un elemento possa rompersi da un momento all’altro non dà certo tranquillità e sicurezza.

 

Related posts

Leave a Comment