F1 news 

Hamilton chiude in testa anche le FP3. Bene le Force India, ma Perez va a muro

Le briciole. Solamente questo sta lasciando Lewis Hamilton ai suoi avversari dal momento in cui lui e la sua Mercedes W07 Hybrid hanno posato le ruote sull’asfalto del tracciato di Baku. Dopo aver infatti chiuso in testa sia le FP1 che le FP2 del venerdì, il #44 si prende la prima posizione anche al termine delle FP3 grazie al suo 1’44”352, tempo più rapido di qualche decimo rispetto a quello fatto segnare nella giornata di ieri nonostante una temperatura dell’asfalto più elevata.

Segno questo che anche qui la Mercedes parte come l’auto da battere, visto che grazie anche alla seconda posizione di Nico Rosberg (staccato di 258 millesimi dal compagno di Team) dimostra come il variare delle temperature della pista non incida in maniera negativa sulle prestazioni delle W07, a differenza di quanto accada ai suoi diretti avversari, Ferrari in primis. Prova di ciò ne è il fatto che al terzo posto c’è la Force India di Nico Hulkenberg, velocissima nel lungo rettifilo ma abbastanza bilanciata anche nella parte più guidata della pista, che si mette dietro la RedBull di Ricciardo: entrambi, però, accusano distacchi già superiori ad 1″ rispetto al crono di Hamilton.

è poi Vettel, che risale la china dopo un venerdì pessimo ma che non riesce ad andare oltre un 1’45”630 che lo consegna ad 1”278 di distacco dal tempo dell’inglese, mentre sesta è l’altra Force India di Perez: sarebbe un buon risultato per il messicano anche e soprattutto in vista delle Qualifiche odierne, se non fosse che proprio nel corso dell’ultimo tentativo utile – nel quale tra l’altro stava girando fortissimo – la VJM09 #11 sia andata a muro danneggiandosi pesantemente, costringendo i Commissari a sventolare la bandiera rossa ed i meccanici della Force India ad un’impresa titanica nel tentativo di rimettere in sesto la monoposto in tempo per le Qualifiche. 7° chiude Verstappen, davanti ad un buon Button (ad 1″602 dal crono di Hamilton) a Kvyat ed a Raikkonen, solamente 10°: per il finlandese, tuttavia, è stato già positivo il fatto di essere riuscito a scendere in pista, visto che la sua Ferrari SF16-H ha accusato problemi di motore costringendolo ai Box per larga parte della Sessione.

Appena fuori dalla Top Ten Fernando Alonso, che precede l’altro spagnolo Sainz, apparso più attardato oggi rispetto a ieri, a sua volta davanti a Grosjean e a Massa, quest’ultimo autore di una “toccata” piuttosto violenta contro le barriere che però non ha portato danni di sorta alla sua monoposto. 15° è Gutierrez, che si tiene dietro Magnussen ed un ottimo Wehrlein, che con la Manor paga meno di un decimo di differenza dal crono del danese e che riesce a mettersi dietro Palmer, il duo Sauber formato da Ericsson e Nasr ed il compagno di Team Haryanto.

Fanalino di coda è oggi Valtteri Bottas, che ha potuto compiere solamente un Out Lap: al rientro dal giro, infatti, la sua Williams ha sollevato una grata posta nella Pit Lane, che staccandosi ha danneggiato il fondo piatto e la pancia destra della sua monoposto costringendo i suoi meccanici ad una riparazione che si è protratta per tutta la durata della Sessione.

Ecco la Classifica completa al termine delle FP3:

ClOq6puWEAA2C5Q

Related posts

Leave a Comment