Mr. Superpole colpisce ancora: per Sykes è la 5° Pole stagionale. Assenti le Ducati ufficialinews WSBK 

Mr. Superpole colpisce ancora: per Sykes è la 5° Pole stagionale. Assenti le Ducati ufficiali

Mr. Superpole colpisce ancora: per Sykes è la 5° Pole stagionale. Assenti le Ducati ufficiali
Tom Sykes – Kawasaki Ninja ZX-10R | Misano 2016 Superpole-2 | (Ph by Andrea Bonora per Italian Wheels)

E siamo a 5! A Tom Sykes il soprannome “Mr. Superpole” gli è tornato a calzare a pennello dopo che anche a Misano la partenza dal palo se l’è aggiudicata lui, firmando anche il nuovo Record della pista, che ora recita uno straordinario 1’34”037. Un risultato che, pur nella sua strordinarietà, era nell’aria fin dalla giornata di ieri in cui mettendo a referto un gran numero di giri, Sykes aveva già dimostrato un passo velocissimo.

Misano, però, come da pronostici, sorride a tutto il Team Green, perché anche Rea, dopo le difficoltà delle prime due sessioni di Libere, è riuscito a far sua la seconda casella dello schieramento di partenza, accusando dal proprio compagno di squadra appena 220 millesimi di ritardo. Rea sembra infatti finalmente aver trovato la chiave di volta per essere competitivo sulla pista emiliana e si prepara a due manche in cui cercherà in tutti i modi di trovare la vittoria e mettere una più netta ipoteca sulla sua corsa al Titolo.

Si conferma poi davvero in splendida forma lo spagnolo Xavi Fores, che in sella alla Ducati Panigale R del team Barni, frutta a pieno il lavoro del venerdì, riuscendo così a stampare un notevolissimo 1’34”623, crono che gli ha infatti assicurato la 3° posizione della griglia e soprattutto classificandosi come primo pilota dello squadrone di Borgo Panigale. Gran passo in avanti anche per l’alfiere della Yamaha, Alex Lowes, che accusando 6 decimi di gap dalla Ninja #66, porta la sua R1 a scattare dalla 4° posizione, tenedosi così alle spalle l’Aprilia di Lorenzo Savadori (5°) e la Honda di Nicky Hayden, quest’ultimo 6° e autore di un 1’34”707.

Solamente 7° Davide Giugliano, come primo pilota ufficiale di Ducati, che chiude la Superpole-2 a quasi 8 decimi di distanza da Tom Sykes, facendo capire che le Panigale quest’oggi non sono troppo competitive e che faticheranno non poco durante la durata della gara. Dietro al pilota romano, quindi, sopraggiungono altre due moto italiane, ovvero la MV Agusta F4RC di Leon Camier (8°) e l’altra Ducati ufficiale, quella di Chaz Davies, in 9° posizione. Chiude infine la Top-10 l’olandese della Honda Michael VD Mark, a precedere infatti le BMW di Reiterberger (11°) e Torres (12°).

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment