Grandi battaglie nella tappa di Imola della GT Cup. Al debutto anche il Trofeo CaymanGT news 

Grandi battaglie nella tappa di Imola della GT Cup. Al debutto anche il Trofeo Cayman

Grandi battaglie nella tappa di Imola della GT Cup. Al debutto anche il Trofeo Cayman
Tommy Maino – Nicola Benucci | Porsche 997 GT3 Cup team Ebimotors | Imola 2016 GT Cup – (Ph. by Andrea Bonora per Italianwheels)

Pista da “pelo”, che regala gare mai banali, ad Imola si è concluso il secondo round stagionale del Campionato Italiano GT Cup: appuntamento che ha infatti riservato agli appassionati manche combattute e ricche di colpi di scena, vantando in pista anche le nuove Cayman GT4 che hanno fatto il loro debutto per il Trofeo Porsche, trofeo che va a comporre così la terza categoria della GT Cup.

RESOCONTO GARA-1

Dopo aver infatti conquistato la pole-position generale e di classe, la Lamborghini dell’Antonelli Motorsport, affidata a Desideri-Negra, è scattata benissimo davanti alle Huracan di Burach e D’Amico, mantenendo così la testa della gara e collezionando anche un discreto vantaggio. Una gara perfetta fino alla fine, quando Negra rischia di vedere tutta la fatica dell’equipaggio vanificarsi sotto i colpi di Zaugg, portacolori della Raton Racing, che cerca così di trovare la vittoria proprio nelle ultimissime fasi di gara. Ma il pilota dell’Antonelli Motorsport è accorto e riesce a difendere bene la posizione, tagliando così il traguardo conquistando una meritatissima vittoria. Podio che perciò viene completato quindi dalla Huracan di Zaugg, in coppia con D’Amico, che perdono così sostanzialmente in volata, e la compagine internazionale formata dall’israeliano Baruch e dal cinese Liang, giunti terzi. Classifica della Super-GT Cup che vede quindi altre due Huracan completare la Top-5: si tratta infatti della secondo vettura dell’Antonelli Motorsport, con al volante Mantovani-Alessandri, che riesce così ad aver ragione del duo De Lorenzi-Necchi, che pagano addirittura 30 secondi dalla Lamborghini che li precede.

Per quanto riguarda la GT Cup, il primo round del week-end ha visto scappar via le vetture del Cavallino Rampante: la prima a far capolino è stata infatti la Ferrari 458 Evo Challenge di Caso-Del Prete, vincitore di categoria precedendo la Ferrari 458 Italia di Sauto-Zanardini pe appena un secondo e mezzo di vantaggio. Chiude invece il podio la Porsche 997 del team Ebimotors affidata ai fratelli Carlo e Lino Curti, sopraggiunta sotto la bandiera davanti alla Lamborghini Gallardo di De Marchi-Benvenuti, penalizzati dall’handicap tempo di 30 secondi a causa della doppia vittoria di Monza. Grandissima sfortuna invece colpisce l’equipaggio della Porsche #175, quella di Maino-Benucci, costretta al ritiro dopo la rottura del semiasse durante il 10° giro.

Straordinaria vittoria, invece, al debutto del Trofeo Cayman GT4 per il 16-enne Riccardo Pera: l’ex-kartista attualmente in mano all’Ebimotors, autore anche della pole-position, è riuscito infattia mantenere la leadership della gara per tutto l’arco del tempo, avendo così ragione del duo della Krypton Motorsport, Bianco-De Castro, e dei propri compagni di squadra Piccioli-Iannotta. Parte invece con un buon 4° posto la stagione 2016 dei fratelli Matteo e Federico Zangari, autori però del terzo tempo in qualifica.

Grandi battaglie nella tappa di Imola della GT Cup. Al debutto anche il Trofeo Cayman
Federico Zangari – Matteo Zangari | Porsche Cayman Club Sport GT4 | Trofeo Porsche – Imola 2016 – (Ph by Andrea Bonora per Italianwheels)

RESOCONTO GARA-2

La seconda manche della Super-GT Cup, dopo un iniziale dominio del pole-man Zaugg, ha visto cambiare radicalmente trama dopo che la Huracan della Raton è stata retrocessa nelle posizioni di rincalzo dopo che la Direzione Gara ha giudicato irregolare il cambio-pilota. Ad approfittare della situazione, quindi, sono stati Davide Roda, pilota della Petri Corse Motorsport, e De Lorenzi, che dopo un ottimo primo stint di Necchi, si è lanciato all’inseguimento della Huracan leader della gara. A tre giri dal termine, quindi, De Lorenzi tenta l’attacco, che riesce, prendendosi così la testa della gara. Chiudendo così ogni porta e gestendo bene il ritmo per gli ultimi passaggi, De Lorenzi porta così la sua Lamborghini a conquistare la seconda vittoria stagionale, davanti ad un bravissimo Davide Roda (2° al suo debutto in Campionato) e alla Huracan di Desideri-Negra, che ritrovano così il podio anche in Gara-2. Alle loro spalle, perciò, sono sopraggiunti rispettivamente gli equipaggi Tanca-Comi, Mantovani-Alessandri, Baruch-Liang e D’Amico-Zaugg. Colpiti ancora dalla sfortuna, invece, Galbiati-Sartori, ritiratisi infatti nelle prime battute di gara a causa della rottura del propulsore.

Risultati completamente ribaltati invece nella GT Cup, perché a trovare la vittoria è stata questa volta la Porsche di Di Leo-Poppy, ritiratisi in Gara-1. L’equipaggio del team Vago, infatti, dopo aver subito la leadership di Zanardini per tutto il primo stint, amministra bene e conquista la testa della gara al 19° passaggio, quando la Ferrari di Sauto usciva sulla sabbia retrocedendo così in terza posizione. Ad approfittarne c’era anche la Porsche 997 GT3 Cup dell’equipaggio Maino-Benucci, partito dalla penultima posizione dello schieramento generale: dopo una gara in grande rimonta con al volante il pilota brianzolo Tommy Maino, Benucci amministra bene quanto costruito dal monzese, ma una piccola incertezza proprio sul finale gli fa perdere un secondo posto ai danni del risalito Sauto. La seconda posizione va quindi proprio alla Ferrari di Sauto-Zanardini, che precede la Porsche di Maino-Benucci, tornati a podio dopo l’ottima doppia prestazione di Monza. Al quarto posto hanno concluso perciò i portacolori dell’Imperiale Racing, De Marchi-Benvenuti, che precedevano così i fratelli Lino e Carlo Curti e i ferraristi Deodati-Romani.

Successo bissato, quindi, per il 16enne Riccardo Pera nella Cayman GT4, bravo a sfruttare l’errore di Mercatali durante il secondo stint. Mercatali-Cecotto si sono così dovuti accontentare della seconda piazza, davanti invece ai risaliti Matteo e Federico Zangari, del CVG Motorsport. I due fratelli monzesi, infatti, si sono resi protagonisti di un’ottima gara onorando il gran lavoro fatto dai meccanici della formazione svizzera che hanno egregiamente sistemato la Porsche #253 dopo la noia accusata nella mattinata di sabato. Chiudono perciò la seconda manche del Trofeo Cayman Bianco-De Castro (Krypton Motorsport), Nicola Neri (Kinetic) e Piccioli-Iannotta (Ebimotors).

Related posts

One Thought to “Grandi battaglie nella tappa di Imola della GT Cup. Al debutto anche il Trofeo Cayman”

  1. […] piloti della Porsche #175 di salire sul terzo gradino del podio, recuperando così punti preziosi. (Leggi QUI il resoconto di […]

Leave a Comment