Nel pomeriggio del Mugello, Iannone fa il vuoto. Rossi 7°MotoGP news 

Nel pomeriggio del Mugello, Iannone fa il vuoto. Rossi 7°

Nel pomeriggio del Mugello, Iannone fa il vuoto. Rossi 7°

Con l’asfalto finalmente asciutto, al Mugello si è iniziato a fare sul serio. A differenza di quanto visto questa mattina, infatti, nelle FP2 si è iniziato a girare su tempi davvero veloci con la GP16 di Andrea Iannone che blocca il cronometro in 1’47”696 e strappa così la prima posizione della classifica cronometrica. L’abruzzese è infatti riuscito a fare una differenza incredibile nei confronti degli avversari, perché tra lui ed il primo dei suoi inseguitori, Jorge Lorenzo, ci passa addirittura quasi mezzo secondo di gap.

Ma la Ducati di Iannone non è stata l’unica a stupire: a far registrare una notevolissima prestazione è stato poi Michele Pirro, che del Mugello ormai conosce ogni minimo segreto, che chiude il suo miglior giro in 1’48”157, attardato così dal maiorchino Campione del Mondo di appena 88 millesimi. Seconda fila virtuale aperta perciò da Aleix Espargarò, che porta la sua Suzuki GSX-RR a precedere Marc Marquez (5°), più lento di Iannone di ben sei decimi, e Valentino Rossi, che conclude il venerdì con il 6° tempo incollato agli scarichi della Honda di Marquez.

Distacco praticamente nulla anche per Maverick Vinales (7°), che paga appena 5 millesimi dal suo futuro compagno di squadra; alle sue spalle sono sopraggiunti perciò i due inglesi Scott Redding (8°) e Cal Crutchlow (9°), mentre la Top-10 vede chiudersi con Pol Espargarò, attardato dalla cima della classifica per 774 millesimi. Insomma, il distacco grosso è stato infatti creato dalla prestazione eccezionale di Andrea Iannone, perché “The Maniac” escluso, ci sono ben 14 piloti racchiusi praticamente in un secondo.

Chiude in appena 11° posizione Dani Pedrosa, fresco fresco di rinnovo con HRC che lo ha blindato per i prossimi due anni, mentra subito chiudono le Ducati di Danilo Petrucci, Andrea Dovizioso e Yonny Hernandez, quest’ultimo 14° nel pomeriggio ma capace di strappare il primo tempo in una mattinata caratterizzata dalla pista estremamente umida, che ha costretto i piloti (solo 14 scesi in pista) a montare le gomme Intermedie. Continua invece il periodo no di Bradley Smith, solamente 15°, seguito quindi da Hector Barbera, Tito Rabat, Jack Miller ed Eugene Laverty.

Per quanto riguarda, invece, i piloti della casa di Noale, Alvaro Bautista è 20° e procede di mezzo secondo il compagno di squadra Stefan Bradl. A loro discolpa, però, sta che nel box di Aprilia si stanno provando davvero tante componenti nuove e se si escludesse il tempo di Andrea Iannone, Bautista si sarebbe fermato ad appena un secondo e otto dal crono di Jorge Lorenzo, cosa che infatti va ad evidenziare un netto miglioramento della RS-GP. Per quanto riguarda il francese Loris Baz, il pilota del team Avintia Racing chiude la classifica cronometrica di questo caldo venerdì.

Related posts

Leave a Comment