You are here
F1 news 

Rosberg è il più veloce nelle FP3, ma i primi 3 sono racchiusi in 147 millesimi

13239415_10153522157377411_889138410600445319_n

La testa della Classifica deve piacere proprio parecchio a Nico Rosberg, a giudicare da quanto spesso vi si trovi. Anche nelle FP3 del GP di Spagna, infatti, è il tedesco della Mercedes il più veloce di tutti grazie al suo 1’23”087, il giro più rapido registrato finora nel corso del weekend catalano. Un giro che però non gli permette di fare letteralmente il vuoto, visto che alle sue spalle, a soli 126 millesimi di ritardo, si piazza il suo compagno di Team Lewis Hamilton, ancora una volta alla rincorsa della W07 #6 e a conferma della velocità delle Mercedes anche in terra spagnola. Ma forse un campanello d’allarme suona anche a Stoccarda: anche oggi infatti, come già accaduto nel corso di questo 2016, i sensori della monoposto di Rosberg hanno registrato un’anomalia di alcuni valori della PU (nuova e montata ieri), costringendo gli uomini di Brackley a far rientrare il tedesco ai Box quando mancavano circa 10 minuti alla bandiera a scacchi della Sessione.

3°, come spesso accade, è Vettel, che però stavolta porta la sua SF16-H a soli 147 millesimi di ritardo dal crono di Rosberg, facendo così ben sperare per le Qualifiche di oggi pomeriggio, anche se il tempo del tedesco è arrivato con un set di Soft nuove mentre quelli dei due Mercedes con un set di Soft usate. è Verstappen, che almeno finora dimostra di non avvertire minimamente la pressione – mediatica e non – creatasi attorno a lui dopo il chiacchieratissimo trasferimento in corsa dalla Toro Rosso alla RedBull: il giovane olandese infatti si toglie anche lo sfizio di mettersi dietro Ricciardo () nonostante possa vantare un’esperienza con la RB12 nettamente inferiore rispetto a quella dell’australiano. Alle spalle della nuova coppia RedBull c’è l’altra Ferrari, quella di Kimi Raikkonen, primo ad accusare un ritardo di oltre 1″ dal crono di Rosberg, che si piazza davanti al connazionale Bottas ed a Perez, alle prese con una Force India piena di aggiornamenti e quindi ancora – probabilmente – tutta da scoprire. Nella Top Ten c’è spazio anche per Daniil Kvyat, la parte “lesa” dello scambio di line-up tra RedBull e Toro Rosso: il pilota russo chiude in nona posizione, davanti ad Alonso (10°), con tempi più lenti di circa 8 decimi rispetto al duo Verstappen-Ricciardo.

Appena fuori dai primi 10 c’è Nico Hulkenberg, che si mette dietro Massa – con una Williams finora apparsa non particolarmente a suo agio sul tracciato catalano – e Sainz, che a loro volta precedono Grosjean, alle prese con una VF-16 molto difficile e nervosa da guidare, e Button, che invece finora non ha retto il ritmo imposto da Fernando Alonso. 16° è Magnussen, che precede Gutierrez e Palmer, davanti alle due Sauber di Nasr ed Ericsson. Fanalino di coda sono poi le Manor di Wehrlein ed Haryanto, che però nella giornata di ieri avevano dimostrato di poter girare un po’ più veloce di quanto fatto vedere stamattina.

Ecco la Classifica completa di questa FP3: 

CiaLnBsWUAA9YDH

Related posts

Leave a Comment