You are here
F1 news 

Hamilton e Rosberg in FP3 si sfidano sui millesimi, segnali positivi dalla Ferrari

ChSHv67UkAAZMtV

Dopo un venerdì semplicemente disastroso, in Ferrari iniziano ad arrivare dei segnali positivi. Non tanto positivi però da permettere alle SF16-H di interrompere il dominio Mercedes ai vertici della Classifica delle Prove Libere, con le W07 Hybrid a dominare, dopo FP1 ed FP2, anche queste FP3 del GP di Sochi, il cui asfalto sporco sta mettendo a dura prova i piloti anche oggi, con moltissimi errori in frenata all’altezza di Curva 13.

Davanti a tutti si piazza di nuovo Lewis Hamilton grazie al suo 1’36”403, un crono che gli permette di sopravanzare di soli 68 millesimi il compagno di Team Nico Rosberg. I due alfieri Mercedes si sono più volte avvicendati in cima alla lista dei tempi, segno che l’inglese vuole interrompere il dominio del tedesco, che a sua volta non è assolutamente intenzionato a rendere la vita così facile al #44. è Vettel, che ricordo dovrà scontare una penalità di 5 posizioni in griglia di partenza a causa della sostituzione del cambio, con il suo 1’37”007: il crono sul giro secco è buono, ma ad aumentare i rimpianti per uno start così “in mezzo al gruppo” è l’ottimo passo gara messo in mostra dal tedesco della Ferrari, che in queste FP3 si è concentrato sui long-run visto che nelle FP2 di ieri non era riuscito a girare molto a causa del problema elettrico che lo aveva arrestato. è Raikkonen, che paga oltre 7 decimi dal compagno di Team ma che non ha cercato neppure oggi il Time Attack vero e proprio.

Quinta e sesta sono le Williams di Massa e Bottas, che precedono Verstappen, Button – buon 8° -, Sainz e Perez, rimasto bloccato nella via di fuga di Curva 13 per non essere riuscito a “fare manovra” dopo un lungo e venendo costretto ad abbandonare la monoposto. Appena fuori dai primi dieci c’è la prima delle RedBull, quella di Ricciardo, che si piazza davanti ad Alonso e Kvyat: RB12 che, nonostante queste prestazioni odierne, hanno dimostrato di avere un buon passo gara, rischiando quindi di rappresentare un ulteriore ostacolo alla rimonta di Vettel. 14° è Hulkenberg, che precede Gutierrez, Magnussen, Grosjean e Palmer, tutti alle prese con delle monoposto non ancora a posto ed in difficoltà con gli assetti.

19° e 20° sono rispettivamente Haryanto e Wehrlein, che riescono a portare le Manor davanti alle Sauber di Ericsson e Nasr, purtroppo sempre più in crisi.

Ecco la lista dei tempi completa al termine delle FP3: 

ChSEq6mWgAACZsS

Related posts

Leave a Comment