GT Italia: a Monza si alternano in Pole Ferrari e Audi. Per Maino è pole nella GT Cup!GT news 

GT Italia: a Monza si alternano in Pole Ferrari e Audi. Per Maino è pole nella GT Cup!

GT Italia: a Monza si alternano in Pole Ferrari e Audi. Per Maino è pole nella GT Cup!

A Monza tutte e quattro le sessioni di Qualifiche del Campionato Italiano GT sono ormai andate in archivio e ci si prepara quindi alle due manche del pomeriggio, il cui start sarà rispettivamente alle 16:45 ed alle 17:55.

QUALIFICHE 1 – Classe SUPER GT3 e GT3

Non poteva essere migliore l’avvio di stagione delle nuove Ferrari 488 che animano l’inedita classe Super GT3: nel primo round della serie tricolore, infatti, è stato l’equipaggio Venturi/Gai a conquistare la primissima partenza dal palo del 2016, portando così al successo la Ferrari della compagine transalpina Black Bull Swisse Racing, unica vettura a riuscire ad abbattere il muro dell’ 1’47”, firmando così il crono di riferimento in 1:46.989. Ma per il marchio di Modena la soddisfazione è stata doppia, perché a partire questo pomeriggio dalla 2° posizione sarà infatti un’altra 488, ovvero la #11 di Geri/Mancinelli, che concludono così il proprio turno riuscendo a mettersi alle spalle la veloce Audi R8 LMS di Mapelli/Albuquerque, che si devono così accontentare della 3° posizione a 3 decimi dalla vetta della classifica.

A fare capolino in 4° posizione è la Lamborghini Huracan dell’Imperiale Racing, che grazie ai piloti Pezzucchi/Venturini beffano per appena 35 millesimi la BMW M6 di BMW Team Italia, affidata al duo Comandin/Cerqui, che scatterà dalla 5° casella dello schieramento. Incredibile prestazione, poi, per la Ferrari 458 Italia dell’equipaggio Leo/Cheever, capaci addirittura di portare una GT3 davanti a ben 5 nuove Super GT3. A seguire ci sono poi altre 3 Lamborghini Huracan, rispettivamente dei team Imperiale Racing, Antonelli Motorsport e Ombra, dietro le quali si classifica in 10° posizione l’Aston Martin Vantage ufficiale di Solaris Motorsport, affidata al duo Sini/Mugelli. Soltanto invece 12° la Nissan Nismo GT-R di Linossi-Bontempelli, che si ritrova così alle spalle della Porsche 911 GT3 R dei fratelli Pastorelli.

QUALIFICHE 1 – Classe SUPER GT Cup e GT Cup

Per quanto riguarda la Super GT Cup e la GT Cup, a firmare la Pole-Position della Super GT Cup è stata la Lamborghini Huracan di Croce/Nosta, che ha firmato infatti il giro più veloce in 1:49.509, tenendosi così alle spalle ben 8 ulteriori Huracan della nuova categoria che debutta proprio quest’anno. Prima fila quindi completata dalla vettura #111 di Necchi/De Lorenzi, mentre ad aprile la seconda c’è la Huracan guidata dal giapponese Takashi e dall’italiano Desideri, che riescono così a mettersi alle spalle la Lamborghini di Baruch/Liang Jia, 4° a otto decimi e mezzo dalla cima della classifica.

Passando invece alla GT Cup, ancora una volta grande soddisfazione per il Cavallino Rampante, perché la pole position infatti è andata nelle mani della 458 Challenge EVO di Del Prete/Caso, che scatteranno davanti alla Gallardo di Benvenuti/De Marchi, 2° per la griglia di Gara-1. Seconda fila tutta targata Ebimotors, formazione ufficiale di Porsche in Italia, che piazza la 997 GT3 Cup dei fratelli Curti davanti alla vettura del pilota di casa Maino e Benucci. Seguono quindi la 458 Italia di Saluto/Zanardini e la 997 di Magister/Carbonni, questi ultimi classificatisi in 6° posizione.

QUALIFICHE 2 – Classe SUPER GT3 e GT3

Trama diversa invece per quella che sarà la manche di domenica, perché a trovare la Pole è stata infatti l’Audi R8 LMS di Mapelli/Albuquerque, che lanciati a tutta velocità tra una curva e l’altra del tracciato brianzolo, riescono a bloccare il cronometro in 1:47.259. La vettura tedesca apre così la prima fila davanti alla sempre velocissima Ferrari 458 Italia (classe GT3) dell’equipaggio Leo/Cheever (2°), mentre subito dietro si sono classificate le Huracan di Ombra (3°) e di Antonelli Motorsport (4°). Deciso passo in avanti, invece, per l’Aston Martin Vantage della Solaris Motorsport, riusciti a risalire fino alla 5° posizione, mettendo così le proprie ruote davanti alla Ferrai 488 di Venturi/Gai e alla BMW M6 di Comandini/Cerqui. Passo in avanti anche per la Nissan Nismo GT-R di Linossi/Bontempelli, che si classificano in 9° posizione dietro alla Lamborghini di Pezzucchi/Venturini.

Chiude quindi la Top10 la Huracan di Bortolotti/Mul, schierata dalla Imperiale Racing, mentre alle loro spalle completano la griglia di partenza due Porsche 911 GT3 R, rispettivamente quella di Ebimotors e quella invece di Kripton Motorsport, mentre più indietro 13° posizione per la Ferrari 458 Italia di Galassi, che corre come unico pilota, poi a Gallardo di Monfardini/Valori ed ultima invece la Ferrari 488 di Geri/Mancinelli che, se per Gara-1 avevano trovato la Pole, per Gara-2 invece trovano il fondo dello schieramento.

QUALIFICHE 2 – Classe SUPER GT Cup e GT Cup

La pole della classe Super GT Cup è andata questa volta nelle mani della Huracan di Zaugg/D’Amico, bravi nel tenersi infatti alle spalle la Lamborghini del forte equipaggio Mantovani/Casé, che scatteranno così dalla 2° casella dello schieramento di partenza, attardati dai primi per 3 decimi di secondo. Seconda fila, invece, aperta dal duo Baruch/Liang Jia, che riescono a sopravanzare la Lamborghini di Takashi/Desideri, 4° ma comunque molto competitivi.

Estrema soddisfazione in GT Cup, invece, per la formazione Ebimotors: a trovare la Pole-position per gara-2 è stata infatti la 997 GT3 Cup del pilota monzese Tommy Maino, in squadra con Nicola Benucci, che firmano il pole-lap in 1:52.443. Infinita soddisfazione, infatti, per il tanto pubblico di casa di Maino che, per tutta la stagione, porterà sulla propria vettura i colori di Italian Wheels!

Tutta Porsche,infatti, la prima fila della classe GT Cup che è stata infatti completata dalla 997 di Magister/Carbonni, mentre subito dietro si classifica la Gallardo di Benvenuti/De Marchi e la Ferrari 458 Challenge Evo di Del Prete/Caso, che partiranno così dalla 4° posizione nella manche di domani.

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment