STK1000: Ad Aragon buona la prima per Salvadori ed il GP ProjectSTK 1000 WSBK 

STK1000: Ad Aragon buona la prima per Salvadori ed il GP Project

STK1000: Ad Aragon buona la prima per Salvadori ed il GP Project

Nel week-end spagnolo di Aragon è andata in scena anche la prima manche della Coppa del Mondo FIM Superstock1000, un campionato che quest’anno vedrà piloti di grande talento e moto dall’altissimo valore tecnico mettersi a confronto per una Stagione che si preannuncia più serrata che mai. La tendenza delle Case di “pescare” dalla STK1000 per trovare piloti da portare nella massima categoria delle derivate dalla serie non è più un mistero e questo i piloti l’hanno capito bene: non è un caso infatti che negli ultimi due anni il livello delle forze in campo si sia alzato notevolmente e le bagarre, soprattutto, siano diventate vere e proprie battaglie con il coltello fra i denti per la supremazia e la notorietà mediatica.

Ad Aragon, infatti, lo spettacolo è stato tanto, così come la paura, perché subito arrivati in fondo alla prima staccata dopo la partenza, un terzo dello schieramento si è messo KO con un’ammucchiata selvaggia di piloti e moto “volanti”, davvero molto pittoresca ma estremamente pericolosa, che ha indotto la Direzione Gara ad esporre bandiera rossa costringendo i restanti ad una ripartenza con gara sprint da 8 giri. Tra coloro che ne sono usciti indenni, infatti, c’è stato l’italiano Luca Salvadori, da quest’anno pilota della formazione spoletina GP Project con l’Aprilia RSV4 RF, che partito dalla 20° posizione, e riuscito a scansare i tanti caduti accanto a lui, è riuscito dopo la ripartenza a mettersi all’inseguimento dell’R1 di Suchet.

STK1000: Ad Aragon buona la prima per Salvadori ed il GP Project

Dopo un lungo inseguimento, Salvadori non è riuscito ad avere la meglio sullo svizzero della Yamaha: chiudendo infatti in 16° posizione, a 21 secondi di ritardo dalla Ducati Panigale 1199R ufficiale di Marcado, Luca Salvadori ed il GP Project, pur pagando un po’ l’assenza di dati propri per il miglior setting della moto di Noale, che ha lasciato il pilota italiano con non troppo feeling durante la gara, chiudono questo primo week-end in positivo, ad un passo dalla Top-15 e con molte più informazioni per migliorare la moto veneta in vista del prossimo appuntamento, che si terrà ad Assen il 17 aprile.

Luca Salvadori: “Non sono pienamente soddisfatto della gara. E’ stato un weekend difficile perché abbiamo trovato condizioni molto differenti rispetto ai test di Marzo. Abbiamo avuto un po’ di problemi di messa a punto e non siamo riusciti a raggiungere il setup ideale, in più Aprilia pecca un po’ in velocità massima e nella ripresa dalle curve lente dove, infatti, facevamo parecchia fatica. Ora siamo già al lavoro per sistemare questi piccoli problemi e riuscire ad essere apposto per Assen.”

CLASSIFICA COMPLETA GARA SUPERSTOCK1000 ARAGON

Related posts

Leave a Comment