F1 news 

FP2 Melbourne: le uniche conferme arrivano da Hamilton e dalla pioggia

Cdz_H8iW4AA_pnO

Niente da fare, le indicazioni per il primo GP della Stagione 2016 di F1 si stanno facendo attendere. A causa di condizioni meteorologiche avverse, anche nella seconda sessione di Prove Libere del Gran Premio d’Australia non ci sono stati riferimenti né per quanto riguarda il giro secco né per quanto riguarda la simulazione gara.

Le Intermedie l’hanno fatta da padrone durante queste FP2, in cui l’asfalto era addirittura più bagnato rispetto alla prima sessione. Il vento ed il sole stavolta non sono riusciti a far asciugare la pista in tempo per far montare ai piloti le gomme Slick, e così i riferimenti cronometrici di questa seconda sessione sono stati inevitabilmente più alti.

Ciò però non ha impedito a Lewis Hamilton di mettersi ancora una volta davanti a tutti. Il #44 ha atteso a lungo prima di scendere in pista, salendo sulla sua W07 Hybrid nel momento forse di miglior grip dell’asfalto: solo 4 giri per il Campione del Mondo in carica, ma sufficienti per fargli registrare l’1’38”841 che gli è valso la prima posizione. Per quanto poco possano contare le Classifiche di queste due sessioni “umide”, si conferma in un buon stato di forma la Force India, che con Hulkenberg si piazza in seconda posizione (staccato di 467 millesimi da Hamilton) davanti a Kimi Raikkonen, 3° con la sua SF16-H.

è Ricciardo, che si mette dietro Sainz, uno dei più attivi in pista (14 passaggi) che ha cercato di recuperare il tempo perso durante la prima sessione, nella quale era rimasto fermo ai Box. Si confermano nella Top Ten le due McLaren di Alonso e Button, anche stavolta divise da pochi millesimi (113). è Vettel, a quasi 2″ dal crono di Hamilton, davanti a Sergio Perez – che chiude ancora una volta in Top Ten – e a Kvyat.

Rispetto alla FP1 balzano avanti in Classifica le Haas, che chiudono in una morsa con la VF-16 di Gutierrez (11° ed autore anche in questa FP2 di qualche lungo) e Grosjean (13°) la Manor di Wehrlein, dodicesima e addirittura a ridosso della Top Ten. Gli ultimi due piloti ad aver fatto segnare un riferimento cronometrico sono poi stati Haryanto e Rosberg: il tedesco tuttavia ha dovuto concludere anzitempo la sua sessione, visto che è stato protagonista di un contatto con le barriere dopo aver perso il controllo della sua Mercedes.CdzxG20XEAAwSv- La W07 Hybrid aveva solamente il musetto (nuovo, quello con l’S-Duct) rotto, ma evidentemente dalla telemetria i tecnici hanno riscontrato che qualche altro parametro non era nella norma ed hanno fatto fermare Nico Rosberg lungo una via di fuga del tracciato.

Sono poi scesi in pista solamente per qualche Out ed In Lap (tanto pare che Qualifiche e Gara si svolgeranno in condizioni di pista asciutta) Magnussen, Palmer, Massa e Bottas, mentre sono rimaste ai Box per tutto il tempo le due Sauber di Ericsson e Nasr e la Toro Rosso di Verstappen, afflitta stavolta da problemi tecnici.

Ecco la Classifica completa al termine della FP2:

Cd0AHa-W8AAZdMO

Related posts

Leave a Comment