Crutchlow muove l'accusa: "Turbolenze incredibili dalle ali Ducati"MotoGP news 

Crutchlow muove l’accusa: “Turbolenze incredibili dalle ali Ducati”

Crutchlow muove l'accusa: "Turbolenze incredibili dalle ali Ducati"

Se fino ad oggi erano state solamente chicchierate, interrogate sulla loro effettiva utilità o, nel peggiore dei casi, criticate per il brutto effetto estetico che donano alle linee delle moto, il primo a lanciare un segnale d’allarme sull’impiego delle alette aerodinamiche è stato l’inglese Cal Crutchlow, al termine delle FP1.

Se in questo incipit del 2016 la quasi totalità dei team ha iniziato ad utilizzare le appendici aerodinamiche sulle carene delle moto, è altrettanto vero, però, che nessuno ne monta estese (e numerose) come Ducati, e queste più ampie superfici sembra possano creare un significativo disturbo. A chi? Ai piloti in scia. A “denunciarlo” è stato infatti il cinghiale di Coventry, che ha raccontato che “le turbolenze che vengono generate dalle ali delle Ducati sono incredibili e disturbato tantissimo quando gli si sta alle spalle.”

Quanto siano realmente pericolose queste turbolenze è ancora presto per dirlo, bisognerà infatti aspettare che altri piloti mettano in evidenza questo problema. Tuttavia, è probabile che molto presto arriverà una nuova regolamentazione per queste tanto chiacchierate ali.

Related posts

Leave a Comment