Preview ePrix Mexico CityFormula E news 

Aspettando l’ePrix Città del Messico: uno snodo fondamentale

Preview ePrix Mexico City

L’ePrix che si terrà sabato 12 marzo sarà decisivo per il Campionato FIA di Formula E. Si correrà a Città del Messico ed è il quinto round della stagione 2015/2016. Il giro di boa definitivo si svolgerà a Long Beach solo in seguito, ma l’appuntamento centroamericano segna uno dei punti di svolta della stagione elettrica.

A portare scompiglio tra le automobili ci sarà un tracciato più abrasivo e più sporco del solito, incidendo negativamente sia sul consumo sia sull’aderenza degli pneumatici. Probabilmente le squadre cercheranno di rimediare aumentando il carico aerodinamico: il tracciato, a 2200 metri d’altitudine, è caratterizzato da un’aria più rarefatta. Il che si traduce, in caso di maggior carico, in migliore aderenza in curva senza troppa resistenza in rettilineo.

La lotta per il titolo continua: Sebastien Buemi è a caccia di un buon risultato per consolidare la sua leadership e aprire il vantaggio di quattro punti di cui dispone adesso. Viceversa, il suo avversario Lucas di Grassi spera di chiuderlo, conscio di avere una vettura più solida, anche se meno veloce. Ma Città del Messico è anche caratterizzata da un gran numero di dossi: e le Renault e.dams si sono comportate molto bene sull’asfalto sconnesso, dimostrando grande trazione. Un’arma a loro favore.

Il confronto a squadre pende a favore dei francesi: Nicolas Prost non è in grado di lottare per il titolo (o perlomeno non ha dimostrato particolare talento finora), ma ha incasellato diversi punti in più del secondo pilota Audi Abt, Daniel Abt.

FanBoost Mexico

Dietro i più “grandi”, al terzo posto tra le squadre e al quarto e quinto tra i piloti, le vetture della Dragon Racing pilotate da Loic Duval e Jerome d’Ambrosio. La squadra cliente della Venturi viene da un weekend negativo a Buenos Aires, in cui è stata messa sotto scacco dalla DS Virgin. Tuttavia può continuare a dire la sua e giocarsi il terzo posto costruttori: da questa gara parte il duello tra le due scuderie. La Dragon ha dalla sua un budget ridotto grazie al suo status di team cliente, ma arricchito dalla sponsorizzazione della Panasonic (perfezionata pochi giorni fa). La DS Virgin va sulla cresta dell’onda grazie alla vittoria di Sam Bird, ma ha ridimensionato le aspettative per il resto della stagione.

E mentre bisogna segnalare anche il lancio di due bandi per la stagione numero cinque (2018/19) per i fornitori delle batterie e del telaio, c’è da ricordarsi anche di altre sfide minori.

Ad esempio, la Venturi. Il team elvetico deve risalire la china e battere il prima possibile la Mahindra Racing per limitare i danni d’immagine. Nonostante fornisca il motore alla Dragon, è soltanto sesta in classifica generale e non è ancora salita sul podio. Dovrebbe avere qualche carta in più da giocare rispetto agli indiani: sarà questa la gara in cui tutto dovrà girare per il verso giusto.

Il Team Aguri deve reagire allo schiaffo subito da Andretti, che li ha sorpassati impossessandosi della settima piazza. La lotta tra le squadre con i motori degli anni passati è comunque più appassionante del triste destino della NEXTEV, la squadra cinese del campione in carica Nelson Piquet: ultima in classifica, non riesce a riscuotersi dalla sua condizione.

Solo Rai Sport 1 trasmetterà l’ePrix: l’appuntamento è perciò alle 23.00 di sabato 12!

Vi ricordiamo che potete votare per il FanBoost, il turbo bonus assegnato ai primi tre piloti di una votazione online che si chiuderà al sesto minuto dalla partenza della gara. Al momento i fortunati sono Duran, Di Grassi e Bird…

Related posts

Leave a Comment