Sylvain Guintoli Yamaha YZF-R1 Phillip Island SBK FP2news WSBK 

SBK, Phillip Island: Guintoli e Yamaha fanno il vuoto in FP2, VD Mark 2°!

Sylvain Guintoli Yamaha YZF-R1 Phillip Island SBK FP2

A Phillip Island le FP2 sono state dedicate a sessioni di long lung, fondamentali per verificare in vista di domani un possibile reale ritmo di gara. A farla da padrone è stato l’inglese Campione del Mondo, Jonathan Rea, che a lungo si è combattuto il primo posto della classifica insieme al velocissimo olandese della Honda, Michael VD Mark, che ha mostrato grande concretezza sulla lunga distanza fino a far capitolare lo stesso Rea.

Ma quando sembrava ormai sicura la prima posizione di VD Mark, a rimettere tutto in discussione ci ha pensato il francese Sylvain Guintoli: in sella infatti alla sua Yamaha R1, Guintoli ha bloccato il cronometro in un irreplicabile 1’30”865, risultando l’unico pilota ad abbattere il muro dell’ 1’31”, ponendo quindi fra sé e la Kawasaki #1 un gap pari a quasi 4 decimi. Un vero e proprio abisso, che mette non pochi dubbi all’interno del box di Akashi su quella che sarà la reale competitività della Yamaha a partire dalla Superpole 2 e di Gara-1.

Alle spalle quindi del capitano della compagine di Iwata, VD Mark si prende di forza la 2° posizione della classifica, lasciandosi quindi alle spalle Jonathan Rea (3°), distaccato per appena 60 millesimi. Un gap esiguo ma che ancora una volta sottolinea che qui a Phillip Island la Honda è in grande forma e potrebbe realmente ritrovarsi a lottare per il podio in entrambe le manche.

Dietro alla Ninja del Campione del Mondo si ferma quindi Tom Sykes: dopo l’ottima prestazione ottenuta durante le FP1, “Mr. Superpole” non riesce troppo a brillare nella tenuta sulla lunga distanza, ma il gap tra lui ed il suo compagno di squadra è comunque minima, nell’ordine di pochi centesimi di secondo. Continua quindi a descriversi una classifica davvero cortissima, perché dietro a Sykes si posiziona un Leon Camier velocissimo anche nelle FP2. Il porta colori della MV Agusta, infatti, è preceduto da Tom Sykes per appena 60 millesimi, cosa che lo sta portando realmente ad ambire ad un grande risultato per la sua F4 RC in Gara1.

Sesta posizione quindi per l’americano Nicky Hayden, che fa segnare un 1’31”475, ovvero appena 30 millesimi alle spalle di Leon Camier, mentre alle sue spalle sopraggiungono le Ducati Panigale ufficiali di Davide Giugliano (7°) e Chaz Davies (8°), alle quali manca ancora un po’ di velocità per essere maggiormente incisive. Grande ingresso in Top10 per Lorenzo Savadori e la sua Aprilia RSV-4 RF, che migliora il feeling con la moto di Noale ed inizia a mettersi in mostra con un interessante crono in 1’31”725. Chiude quindi la classifica dei primi 10 il tedesco Markus Reiterberger, che in sella alla sua BMW S1000RR riesce all’ultimo ad aver ragione dell’inglese della Yamaha Alex Lowes, quest’ultimo costretto domani a disputare la Superpole 1.

classifica FP2 SBK Phillip Island

Related posts

Leave a Comment