SBK, le Yamaha ci sono: Guintoli è il più veloce del Day2, Lowes 3°news WSBK 

SBK, le Yamaha ci sono: Guintoli è il più veloce del Day2, Lowes 3°

SBK, le Yamaha ci sono: Guintoli è il più veloce del Day2, Lowes 3°

Anche il secondo giorno di test australiani della Superbike è andato in archivio, consegnando di fatto i piloti alla vera e propria stagione, che avrà inizio questo venerdì notte (in Italia) con le primissime prove libere del 2016.

Ma con l’avvicinamento a questo nuovo Mondiale, il Day2 dei test ha messo in mostra una sempre più performante Yamaha: verso il termine della giornata, infatti, il francese Sylvain Guintoli, pilota di punta della formazione di Iwata, è riuscito a portare, dal 6° tempo di ieri, la sua nuova R1 in cima alla classifica cronometrica, stampando il best-lap in 1’31”940, ovvero ben un decimo e mezzo più veloce del primo dei suoi inseguitori, l’attuale Campione del Mondo Jonathan Rea.

Ma non soltanto la Yamaha del francese è riuscita a far registrare una grande performance, perché anche Alex Lowes, il secondo dei piloti del team di Iwata, è riuscito a portare la R1 a ridosso della prima posizione: per Lowes infatti il Day2 si è concluso con il 3° tempo assoluto, ad appena 16 millesimi dalla Ninja di Rea e soprattutto scavalcando il pilota più veloce di ieri, Tom Sykes, che oggi si è dovuto accontentare della 4° piazza, ma con un ritardo ben maggiore. Per “Mr. Superpole”, infatti, sono ben quasi 3 e mezzo i decimi che lo dividono dalla vetta della classifica.

Notevolissimo salto in avanti per il tedesco della BMW, Reiterberger, che dopo l’11° posizione di ieri trova il feeling giusto con la sua S1000RR riuscendo quindi a chiudere la giornata con il 5° tempo accusando un gap limitato a soli sette decimi e mezzo. La BMW-Althea sta lavorando sodo ed il talento del pupillo di Monaco di Baviera inizia già a farsi vedere: non è da escludersi infatti un piazzamento in gara all’interno della Top7.

Vince il confronto intestino anche oggi il giovane olandese Michael VD Mark, che chiude in 6° posizione, davanti all’altra BMW, quella di Jordi Torres, che dopo il 4° tempo di ieri oggi non va oltre la 7° posizione, accusando un ritardo pari a 8 decimi e mezzo dalla Yamaha di Guintoli. Prima delle Ducati, la Panigale 1199R del team Barni, che con Xavi Fores (8°) si mette dietro entrambe le rosse ufficiali, con Chaz Davies in 9° posizione e Davide Giugliano appena 12°, dietro alla Kawasaki GoEleven di Ramos (10°) e la Honda di Nicky Hayden, quest’ultimo oggi solo 11°.

Tante, sfortunatamente, le bandiere rosse esposte durante questo Day2: il primo infatti a capitolare è stato l’australiano Josh Hook, che ha riportato la lussazione della spalla destra, ed anche il pilota qatariano del team Pedercini, Al Sulaiti, questo però senza conseguenze. Cade infine anche Ramos, a circa un minuto dal termine della sessione pomeridiana.

LEGGI QUI I RISULTATI CRONOMETRICI COMPLETI.

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment