F1 news 

La W07 Hybrid è sostanzialmente una W06 migliorata. E messa così la cosa già fa paura

f1_w07_hybrid_02.jpg__666x374_q85_crop-smart_mask-0 3px 0 3px_upscale

2 Stagioni di F1 consecutive totalmente dominate, e si è lavorato per fare lo stesso anche nella terza. A Brackley, centro nevralgico del Mercedes AMG Petronas F1 Team, dalla vittoria dell’Iride Piloti e Costruttori del 2015 non ci si è certo adagiati sugli allori. La Mercedes W07 Hybrid, l’ultima creatura della Casa della Stella a 3 Punte e destinata a combattere sui circuiti di tutto il mondo, scende in campo da favorita ed in veste di vettura da battere. Una veste che era stata già indossata, nel corso della passata Stagione, dalla W06, monoposto della quale la W07 viene presentata come naturale evoluzione, priva di grossi stravolgimenti.

Dalle foto ufficiali diffuse dal Team si nota come la zona anteriore sia rimasta molto simile a quella dell’auto dello scorso anno, con il muso corto ma privo del “bulbo” e con il braccio dello sterzo integrato nel triangolo inferiore della sospensione anteriore per migliorare l’efficienza aerodinamica. Simile è anche l’ala anteriore, ma a Barcellona domani già dovrebbe esserci qualcosa di nuovo. Motorsport.com parla poi di un Vanity Panel nel telaio dell’anteriore, ovvero di una sorta di “incavo” che permette di intervenire sulla sospensione idraulica (la vera novità della W07 Hybrid rispetto alla W06) e che potrebbe essere prodromico all’apertura di un S-Duct – simile a quello posticcio che si vide nelle FP del GP di Interlagos dello scorso anno. Nuovi sono i deviatori di flusso, raccordati alla parte superiore delle pance, con la Wo7 che è la prima auto a presentare, dietro ai supporti degli specchietti retrovisori, delle piccole paratie verticali. In Mercedes hanno poi deciso di unire gli elementi della presa d’aria dinamica del motore, che ora appare molto più ampia ma solo perchè a quella destinata al raffreddamento dell’ICE sono state unite quelle dedicate all’ERS, che invece nella W06 erano poste ai lati.

f1_w07_hybrid_01.jpg__666x374_q85_crop-smart_mask-0 3px 0 3px_upscale

 

La W07 Hybrid è stata migliorata anche nella zona posteriore, con un retrotreno più rastremato della vettura precedente sempre per estremizzare la ricerca della fatidica “Size Zero”, con lo sfogo dell’aria calda dei radiatori concentrato unicamente nel retrotreno. Si notano poi sul fondo piatto dei “taglietti” posti davanti alle confermate paratie verticali, anch’esse posizionate davanti agli pneumatici posteriori, con la W07 che almeno in questa fase presenta anche un Monkey Seat con struttura a doppio flap. Gli scarichi poi, come già anticipato da Mercedes stessa in un video di “Fire-Up” della loro PU 106C (accreditata di oltre 900 CV di potenza), sono 3, con quello principale posto sopra i due dedicati alla Wastegate.

Dal punto di vista della livrea, rimane confermata l’accoppiata grigio-verde metallizzato con il logo Petronas sulla fiancata, con ampie verniciature nere nella parte posteriore, probabilmente realizzate per camuffare meglio eventuali dettagli.

f1_w07_hybrid_03.jpg__666x374_q85_crop-smart_mask-0 3px 0 3px_upscale

 

Enormi differenza con la vettura dello scorso anno, effettivamente, non ce ne sono. Sembra che in Mercedes abbiano semplicemente affinato un progetto perfettamente riuscito quale quello della W06 Hybrid, decidendo di non azzardare nulla (o quasi) anche grazie alla loro posizione privilegiata di dominatori incontrastati. Basterà questo a Lewis Hamilton e Nico Rosberg, a caccia rispettivamente del 4° e del 1° Titolo Mondiale, per far sì che la questione iridata rimanga una questione privata in casa Mercedes?

Related posts

Leave a Comment