Dakar, 10° Tappa: Sainz esce di scena, Svitko alla prima vittoriaDakar news WRC & Rally 

Dakar, 10° Tappa: Sainz esce di scena, Svitko alla prima vittoria

Dakar, 10° Tappa: Sainz esce di scena, Svitko alla prima vittoria

Se in molti siamo rimasti di stucco difronte all’improvviso strapotere delle 2008 DKR sin dal via di questa edizione della Dakar, forse per assurdo si stanno palesando i punti deboli del Team Peugeot. Punti deboli che devono gran parte della loro origine a veri e propri colpi di sfortuna dal momento che a partire da Sèbastien Loeb, leader indiscusso della gara fino al settimo giorno, chi del contingente francese si è trovato a svolgere il ruolo di apripista ha dovuto fare i conti con incidenti, problemi di orientamento e rallentamenti vari che di fatto hanno subito smorzato gli animi. Dopo Loeb, tirato fuori dalla competizione per i posti che contano da un ribaltamento importante, è toccato al 53enne spagnolo Carlos Sainz nelle giornata di oggi.

Il Campione Rally si era reso protagonista di una rimonta capolavoro dopo che ai primi atti era stato relegato in 14sima posizione a causa di problemi elettronici al suo mezzo. Era finito addirittura in prima posizione solo dopo la speciale corsa ieri, in grado di tenersi dietro anche chi, in carriera, ha trionfato nel Raid ben 11 volte. Stèphane Peterhansel, suo compagno di squadra, si ritrova questa sera, al termine dei 244 km di Belén-La Rioja, di nuovo leader della classifica generale. Dopo una foratura, allontanamento dal tracciato e rottura della scatola del cambio il pilota iberico ha perso il tempo necessario a tagliarlo fuori dai giochi.

Ora Mister Dakar conduce, nonostante un insabbiamento nella prima parte, ad un’ora esatta su Nasser Al-Attiyah, oggi tutt’altro che immune da problemi e difficoltà incluso un ribaltamento che hanno contribuito ad aumentare il suo distacco. Il “principe del Qatar” ora è messo alle strette, dato il ritardo ingente a “poche” speciali dal traguardo e la vicinanza degli inseguitori, personificati in Giniel De Villiers su Toyota Hilux a 12′ e Mikko Hirvonen, anch’egli motorizzato MINI All4 XRaid, quarto a 23 lunghezze. Il finlandese, due volte ex vicecampione WRC alla sua prima partecipazione, ha svolto finora una Dakar di tutto rispetto, con una crescita esponenziale che lo ha sempre mantenuto nella Top 10 e lo ha avvicinato, grazie anche alle uscite di Loeb e Sainz, all’Olimpo del ranking. Segue quinto Cyril Despres, quarto pilota Peugeot oggi secondo in speciale reduce da una settimana e mezzo di alti e bassi ma riassunti in un trend decisamente positivo.

Ora Peterhansel più fare affidamento a Loeb e Sainz, indietro nel computo cronometrico ma ancora capaci di competere con i migliori e rallentare eventualmente gli avversari della Casa del Leone.

Dakar, 10° Tappa: Sainz esce di scena, Svitko alla prima vittoria

Il settore moto ha regalato la prima vittoria a Stefan Svitko, pilota in forza al team austriaco KTM e vera rivelazione di questa edizione (alla stregua del Toby Price dello scorso anno, ora leader della classifica). Ha preceduto di quasi 3′ la Honda HRC di Kevin Benavides, a sua volta davanti a Price, che oggi, dopo cinque vittorie, ha pagato una ventina di minuti dalla vetta. Da sottolineare come il portoghese Paulo Goncalves, ieri dato per spacciato in termini di classifica dopo che nella prima parte della tappa Marathon aveva danneggiato il radiatore, è riuscito a salvare le speranze grazie al lavoro altruista del nostro Paolo Ceci che lo ha trainato fino al parco assistenza dove il pilota ha potuto ripristinare il mezzo. Oggi ha così potuto affermare la sua terza posizione in classifica generale che lo separa da Price di 34′.

Peccato per la gara del nostro miglior rappresentante Alessandro Botturi, che con la sua Yamaha è transitato ad oltre tre ore di ritardo che di fatto lo tagliano fuori dalla possibilità di chiudere tra i primi 15.

Classifica Generale Auto:

1. Peterhansel – Cottret – Peugeot 2008 DKR – +32.44’59”;
2. Al-Attiyah – Baumel – Mini All4 Racing – +1.00’00”;
3. De Villiers – Von Zitzewitz – Toyota Hilux – +1.21’31”;
4. Hirvonen – Perin – Mini All4 Racing – +1.23’51”;
5. Despres – Castera – Peugeot 2008 DKR – +1.50’07”;
6. Roma – Haro Bravo – Mini All4 Racing- +1.50’25”;

Classifica generale Moto:

1. Toby Price – KTM – 34.49’04”
2. Stefan Svitko – KTM – +23’12”
3. Paulo Goncalves – Honda – +34’15”
4. Pablo Quintanilla – Husqvarna – +42’49”
5. Antoine Meo – KTM – +44’04”
6. Kevin Benavides – Honda – +45’10”
7. Helder Rodrigues – Yamaha – +56’17”
8. Ricky Brabec – Honda – +1.12’08”
9. Gerard Farres Guell – KTM – +1.15’09”
10. Adrien van Beveren – Yamaha – +1.21’55”

Nato il 09 Giugno 1993, coltivo durante tutta l’infanzia e l’adolescenza la mia smisurata passione per il mondo dei Motori fino a sviluppare una insana passione per il volto più “sporco” delle ruote coperte. Da studente universitario racconto il mondo del Rally ( CIR, ERC, WRC e Dakar) e svolgo il ruolo di Tester per ItalianWheels.

Related posts

Leave a Comment