Termina la produzione della McLaren P1: ultimato ieri l'ultimo esemplarenews Nuovi Modelli 

Termina la produzione della McLaren P1: ultimato ieri l’ultimo esemplare

Termina la produzione della McLaren P1: ultimato ieri l'ultimo esemplare

Agli stabilimenti McLaren a Woking, in Inghilterra, ieri è stata una giornata intensa, significativa, emozionale e, credo io, estremamente triste. O forse è più corretto dire, nostalgica. In data 10 dicembre 2015, infatti, si è chiusa un’era, durata appena due anni, ma destinata a rimanere indelebile nei libri di storia dell’automobilismo: siamo parlando di quella della P1, una delle tre hypercar ibride che insieme alla Ferrari LaFerrari ed alla Porsche 818 hanno costituito la Santissima Trinità dell’automobilismo supersportivo moderno.

Queste tre hypercar hanno dal 2013 al 2015 riscritto completamente il modo di intendere e progettare vetture stradali ad altissime prestazioni, diventando vere e proprie pietre miliari che hanno aperto le porte per il futuro di questo segmento.

A Woking, infatti, ieri l’ultimo esemplare dei 375 previsti dalla produzione della P1 è stato ultimato. Curiosamente l’ultima di queste ambitissime hypercar stradali ha lasciato la fabbrica con lo stesso colore della sessantaquattresima e ultima Mclaren F1 stradale (telaio 075), ovvero l’Arancio perlato. A questa speciale tinta per la carrozzeria sono abbinati i cerchi d’argento, gli interni con finiture nero lucido e i sedili di Alcantara nera e arancio, accostamento cromatico anche ripreso sul volante. Ma ad aver collezionato più richieste, non è stato il color Arancio, bensì il più “tamarro” Volcano Yellow.

McLaren, che ha fatto realizzare le P1 dal reparto McLaren Special Operations (MSO), il quale impiegava ben 17 giorni per costruire da zero una di queste incredibili vetture seguendo le specifiche dei diversi clienti, ha fatto equamente distribuire le proprie costosissime hypercar in giro per il globo. Le stime parlando infatti del 34% nelle americhe, 26% in Europa, 13% in Medio Oriente e continente Africano e 27% nell’area Asia-Pacifico.

Ora a Woking la produzione si concentrerà esclusivamente sulla versione ancor più estrema ed esclusiva della P1, la P1 GTR da corsa, la cui limitatissima serie verrà ultimata nel corso del 2016. Nel mentre però non posso fare a meno di chiedermi che auto sarà quella che raccoglierà l’eredità della P1: ancora più performante? Sicuramente, ma come? Che specifiche tecnice avrà? Che motore stanno pregettando questi inglesi scatenati? E, soprattutto, come possono pensare di eguagliare e superare anche solo in bellezza e fascino, quel pezzo di arte, al suo stato più puro, che è la P1? Domande per le quali dovremo aspettare ancora a lungo prima di poter trovare risposte, ma sono sicuro che gli uomini di McLaren sapranno ancora una volta lasciarci senza fiato, scrivendo altre pagine di storia dei motori.

Related posts

Leave a Comment