MotoGP news 

MotoGP, Valencia: Iannone davanti a tutti in FP3, 2° Rossi

10485366_10153353762017893_331742578657256881_n

In terra spagnola svetta il tricolore, almeno in questa FP3. Nella terza Sessione di Prove Libere sul circuito di Valencia, a fare la voce grossa sono infatti due italiani, unici in tutto lo schieramento a rompere il muro dell’1’31”. Il primo a farlo è Andrea Iannone, che si prende la cima della lista dei tempi al termine del Time Attack conclusivo – durato circa 3 minuti per tutti – grazie al suo 1’30”925, che gli permette di distanziare di soli 63 millesimi il secondo italiano che ha girato in 1’30”, ovvero Valentino Rossi: il #46 ha fatto segnare il suo Best Lap al terzo giro con gomma Soft all’anteriore nuova in 1’30”988. Chiude il podio virtuale Marc Marquez, che ha fermato il cronometro sull’1’31”034.

è Lorenzo, che tuttavia ha dato anche lui l’impressione di poter rompere il muro dell’1’31”. Jorge infatti, durante il suo miglior tentativo, era passato davanti alla seconda fotocellula con circa 2 decimi di vantaggio rispetto al tempo di Iannone, salvo poi essere costretto a chiudere il gas a causa di Michele Pirro, che nel suo giro di rientro era rimasto colposamente in traiettoria. Ottima prestazione poi per Bradley Smith, che riesce a centrare la quinta posizione davanti a Dani Pedrosa – apparso forse più in difficoltà sul giro secco che non sul passo gara – ed a Pol Espargarò. Chiudono la Top Ten di questa FP3, prendendosi quindi il diritto di accedere direttamente alla Q2 e lasciando fuori entrambi le Suzuki, Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow ed un ottimo Danilo Petrucci.

Per quanto riguarda il passo gara, in questa mattinata spagnola non ci si è discostati di molto dai riferimenti fatti vedere ieri. Utilizzando gomme usate, infatti, quasi tutti i piloti si sono confermati sui valori cronometrici registrati in FP1 ed FP2, con Marquez e Lorenzo che anche oggi hanno continuato a girare sull’1’31” basso (1’31”2 – 1’31”3), seguiti a poca distanza da Pedrosa (1’31”4) e da Rossi, che ha alzato di circa due decimi il suo ritmo medio rispetto a ieri (girando in 1’31”6) ma che si conferma comunque sia abbastanza vicino al trio degli spagnoli sia discretamente più veloce del resto dello schieramento, dato che l’unico che riesce ad avvicinarsi ai tempi fatti registrare dai primi 4 della classe è ancora una volta Andrea Iannone, che con la sua Ducati paga comunque 2-3 decimi rispetto ai crono di Rossi.

Ecco la classifica completa al termine di questa FP3:
12189834_1147028095310915_587078308043267606_n

Related posts

Leave a Comment