Incidente Da Costa VilleneuveFormula E news 

Formula E: Da Costa si scusa, le TV si moltiplicano e la Mumm offre da bere

Incidente Da Costa Villeneuve

La Formula E è ancora ricca di emozioni. E di notizie, certo. La prima delle quali è la richiesta di perdono che Da Costa inoltra a Jacques Villeneuve, da lui colpito ingiustamente.

Se il compagno di squadra Berthon ha potuto incassare due punti col suo primo nono posto («La strategia era ottima, ma abbiamo avuto un sacco di fortuna» ha ammesso il francese), il pilota carioca ha invece dovuto rinunciare ai sogni di gloria proprio a causa dell’incidente col campione F1 1997.

«La prima metà gara è stata molto buona» ha dichiarato Da Costa. «Mi sono divertito tantissimo nell’effettuare alcuni sorpassi e la situazione era davvero buona sul fronte dei consumi energetici. È sempre bello sentirsi dire dalla radio che hai energia extra da sfruttare». Dopo tutto si è fatto più difficile. «Purtroppo ho avuto un problema tecnico nel giro di rientro ai box, e ho perso tutte le posizioni che avevo guadagnato. Poi sulla seconda vettura c’è stato un malfunzionamento al volante, l’interruttore della mappatura motore non era stato impostato correttamente. E quando sono andato a riassettarlo ho trovato Villeneuve che frenava davanti a me. Mi dispiace per la squadra e mi dispiace anche per Jacques, è stato un errore mio. Ora dobbiamo riprenderci in Malesia, perché c’è sicuramente parecchio potenziale».

Un commento dal sito della Formula E snocciola alcuni punti-chiave della gara di Pechino, anche ripetendo alcuni concetti che vi avevamo anticipato noi qui. E cioè: al di là dell’imprevedibile forza della Renault, comunque Abt e DS Virgin rimangono competitors temibili – quest’ultima, al di là dei deludenti risultati del Beijing ePrix. Mentre per Piquet si profila una stagione difficile, alle prese con i problemi della NEXTEV.

Ma c’è anche una chicca molto gustosa. La Mumm ha siglato un accordo con la serie elettrica: sarà lei a fornire i bottiglioni di champagne per il podio. L’azienda, che tra l’altro “disseta” anche la F1, probabilmente ricorrerà a delle jeroboam (bottiglie da tre litri) di Cordon Rouge. Il liquore, che in formato F1 su ebay è venduto a 590 euro, è descritto come uno «champagne spumeggiante dal delicato color giallo dorato, con una miriade di fini, eleganti bollicine», ed è elaborato da pinot nero (45%), uva chardonnay (30%) e pinot meunier (25%). Alejandro Agag, CEO della FE, ha così commentato la notizia: «Questa partnership andrà a completare perfettamente le nostre cerimonie del podio, e garantirà la creazione di memorabili momenti-champagne ad ogni corsa».

Mumm in FE

Come prevedibile, allungare il FanBoost fino al sesto minuto della partenza ha permesso grandiosi flussi elettorali, che per esempio hanno portato Sam Bird dal 14 al 30% dei consensi nello spazio di pochi minuti! (E, a proposito, al momento è Jean-Eric Vergne in testa nelle nuove “elezioni”, che da qui potete monitorare e partecipare).

Tra le altre novità c’è anche l’ampliamento del carnet di televisioni collegate. Fox Sports ha annunciato un magazine sul campionato per ogni evento, trasmesso quasi ovunque tranne che in Europa. Si rinnova il contratto di Dubai Sport, e si aggrega l’olandese Sport1.

Related posts

Leave a Comment