MotoGP news 

MV Agusta e Marco Melandri: un binomio per arrivare in MotoGP nel 2017

A Varese si lavora senza sosta. Nella sede della MV Agusta, infatti, la recente conclusione dei Campionati Superbike e Supersport non ha assolutamente coinciso con l’inizio delle vacanze, anzi: il Team del Reparto Corse è già al lavoro per preparare al meglio la Stagione 2016, nella quale la Casa italiana cercherà di migliorarsi ulteriormente per poi iniziare a puntare al bersaglio grosso, ovvero a quell’obiettivo dichiarato che è l’ingresso nella MotoGP.

10421606_10153233137010279_7495419094850087410_n

 

Solo pochi giorni fa è arrivata la notizia che la struttura attuale del Team sarà modificata a seguito dell’arrivo degli uomini dello staff tecnico del Team Forward Racing di MotoGP, tra cui si segnala la figura di Giovanni Cuzari – uomo d’esperienza sia in Moto2 che, appunto, in MotoGP – destinato ad assumere il ruolo di Team Principal di MV Agusta Reparto Corse al fianco del Team Manager Andrea Quadranti. Movimenti, questi, che dimostrano come il costruttore italiano voglia rinforzare l’organico del proprio Reparto Corse, andando a centrare ancora successi importanti in Superbike e Supersport prima di approdare nel Motomondiale. Un arrivo che potrebbe verificarsi già nel 2017, anno in cui la MotoGP dovrà far fronte a delle novità regolamentari.

L’intenzione di tornare a fare la voce grossa anche nella categoria regina delle 2 ruote (MV Agusta vanta 75 titoli iridati nella massima serie, 38 piloti e 37 costruttori) è apertamente dichiarata anche dal Presidente della Casa, Giovanni Castiglioni: “Continuiamo ad investire nelle corse perchè le competizioni hanno un valore altamente strategico per il nostro marchio…Siamo vincenti in WSS, in crescita in WSBK ma il nostro futuro deve avere come obiettivo la MotoGP”. Ingenti lavori di sviluppo sono dunque previsti, e per tentare di prepararsi al meglio la MV Agusta era alla ricerca di un tester giusto per migliorare la F4 RC per il 2016 e per preparare il Reparto Corse alla sfida della MotoGP. La scelta della Casa di Varese è caduta così su Marco Melandri, liberatosi dal progetto MotoGP della Aprilia e attualmente “senza sella”.

02_melandri_aprilia_motogp

 

Il progetto del costruttore di Varese è sicuramente ambizioso, ma la MV Agusta ha il blasone e le risorse per poter essere impegnata su più fronti nel mondo delle competizioni. Oltretutto, avere un costruttore italiano in più nella MotoGP che possa in un futuro andare ad affiancare Ducati ed Aprilia nella lotta con le varie Honda, Yamaha è senza dubbio positivo per il mondo del Motorsport italiano. L’unico appunto che forse può essere mosso al progetto della MV Agusta riguarda la scelta del Tester: Marco Melandri è sicuramente uomo di esperienza, ma forse quest’anno ha dato la dimostrazione di non essere più un uomo d’entusiasmo, che sia disposto a ripartire dalle basi nello sviluppo di una moto – come l’avventura in MotoGP con la RS-GP di Noale credo abbia ampiamente dimostrato. Forse questa è stata un’altra occasione sciupata per vedere un giovane pilota, uno qualsiasi tra i giovani talenti che ormai popolano tutte le categorie delle due ruote, posto al centro di un progetto ambizioso, competente e che offrisse delle concrete possibilità per il futuro. Peccato.

Related posts

Leave a Comment