Dani Pedrosa MotoGP Motegi 2015MotoGP news 

MotoGP: Pedrosa stravince a Motegi, Lorenzo battuto da Rossi

Dani Pedrosa MotoGP Motegi 2015

Sono state le condizioni climatiche che hanno interessato la pista di Motegi il vero e proprio protagonista di questo Gran Premio del Giappone, condizioni che hanno sostanzialmente vanificato tutto il lavoro svolto dai piloti nei due giorni precedenti, costretti a scattare dalla griglia con le “Full wet”, per poi dover concludere la gara con la pista che andava via via asciugandosi mentre le gomme, ormai cotte, lanciavano pezzi ovunque.

In una situazione così complicata, a trovare la vittoria è stato un meraviglioso Dani Pedrosa: lo spagnolo, infatti, dopo aver battuto in duello Valentino Rossi nello scorso appuntamento, si è reso protagonista a Motegi di una straordinaria rimonta che lo ha portato, man mano che la pista si asciugava, a passare prima il pesarese per poi andare a prendere la testa con un sorpasso in staccata al maiorchino. Una vittoria che non solo è la prima della Stagione per Dani, ma che è stata anche colta in casa della Honda, in un week-end che doveva essere dominato a mani basse dalle moto di Iwata. Un fatto questo che a Tokyo non passerà decisamente inosservato e che probabilmente deciderà anche il futuro dell’ex-“Camomillo”.

Obiettivo raggiunto, quindi, per Valentino Rossi che lascia il Giappone con 4 punti guadagnati sul proprio compagno di squadra, quest’ultimo ad oggi a -18 punti dal Campione di Tavullia. Valentino, infatti, partito benissimo dalla seconda casella dello schieramento, ha spinto forte fin da subito per mantenere il contatto con un velocissimo Jorge Lorenzo, salvo poi perdere del terreno ed essere anche passato da Pedrosa. Da lì, trasportato dalla scia della RC213V #26, con la consapevolezza di avere le gomme quasi completamente finite, ma che la stessa situazione la stava vivendo anche il proprio compagno di marca, Rossi ha continuato a spingere e, dopo poco che Dani era passato in testa alla gara dopo un sorpasso in staccata ai danni di Lorenzo, Valentino si è potuto avvantaggiare di un lungo di Lorenzo che, successivamente, non è più stato in grado di recuperare il gap con la M1 gemella. Chiudono quindi il week-end di Motegi Rossi e Lorenzo rispettivamente in 2° e 3° posizione, rimandando la battaglia annunciata al Sepang International Circuit il prossimo fine settimana.

Quarta posizione finale, poi, per il Campione del Mondo in carica Marc Marquez che, come riportato da Livio Suppo, oggi “non ha mai fatto il Marquez”. Il “Cabroncito”, sicuramente rallentato dall’usura delle proprie gomme da bagnato, è però sopraggiunto al traguardo pagando ben 15 secondi di ritardo dal compagno di squadra: decisamente troppo. Alle sue spalle, quindi, sopraggiunge la Ducati di Andrea Dovizioso, 5° e primo tra le moto di Borgo Panigale, precedendo Cal Crutchlow (6°) e Bradley Smith (7°). Grandissima prestazione poi per il vero padrone di casa, Katsuyuki Nasakuga: la wild-card nipponica della Yamaha, vecchia conoscenza del paddock della MotoGP ed alla guida di una M1 ufficiale in livrea celebrativa per i 60 anni del marchio, è riuscito addirittura a passare sotto la bandiera a scacchi in 8° posizione, mettendosi dietro piloti come Barberà (9°) e Redding, ultimo della Top10.

Gara abbastanza positiva per il pupilo della Suzuki Aleix Espargarò, oggi in 11° posizione, mentre degno di gran nota il 12° posto di Takumi Takahashi, ottenuto in condizioni anomale, nel suo giorno di debutto in MotoGP e con una moto che in luogo alle classiche Ohlins montava Showa. Questo ragazzo tra uno o due anni lo troveremo come presenza fissa del Mondiale.

Tanti purtroppo i piloti caduti, vittime dell’acqua, e che in generale non sono riusciti a concludere la gara: tra questi Andrea Iannone, Danilo Petrucci , Pol Espargarò ed altri ancora.

 CRA5Wu7WsAAb64_

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment