Rossi vs Lorenzo Motegi 2010MotoGP news 

MotoGP: a Motegi si prospetta una gara come nel 2010

Rossi vs Lorenzo Motegi 2010

Sul circuito prova di proprietà della Honda, il Twin Ring di Motegi, mentre i prototipi della Casa di Tokyo faticano (e non poco), le frecce bianco-blu di Iwata fanno il bello ed il cattivo tempo, riscrivendo “pesantemente” il record della pista e soprattutto monopolizzando le prime due caselle dello schieramento di partenza di domani, preannunciando a tutto il pubblico una battaglia senza esclusione di colpi; proprio come avvenne nel 2010, quando i due compagni di squadra si gettarono in una bagarre furibonda dove a vincere il confronto fu Valentino Rossi, anche se i due quella volta si giocavano soltanto il terzo gradino del podio.

Nel 2010, infatti, Jorge Lorenzo aveva ormai vinto il Mondiale e lo scontro fu semplicemente una prova d’orgoglio tra i due, il desiderio primordiale dei piloti di dimostrare alla propria squadra ed al proprio compagno di battere il compagno stesso, cioè il primo rivale di ogni pilota, Campione del Mondo o no. Perché in cuor proprio, ogni pilota si sente il migliore del mondo, se no nessuno di loro correrebbe. Tuttavia, questa volta a Motegi in gioco c’è molto di più che una semplice sfida tra due galli nel pollaio, perché al termine del Campionato rimangono soltanto quattro gare e la differenza di punti in classifica tra i due piloti della Yamaha è praticamente irrilevante.

Ormai quindi gli animi sono molto caldi (per usare un eufemismo) e qualsiasi occasione suscita quel desiderio di prevalere l’un sull’altro. Ne è stato un esempio il turno di qualifiche ufficiali di oggi, dove Valentino Rossi, proprio sul finale, è stato beffato dal proprio compagno di squadra per soli 81 millesimi di secondo. Una sfida più che mai al limite anche nel Time Attack, perché Rossi e Lorenzo sono risultati essere gli unici piloti ad aver abbattuto il muro dell’ 1’44”.

Ecco le dichiarazioni:

Valentino Rossi: “Speravo di fare la pole, ma non è andata così. Mi spiace perchè mi capita spesso. D’altra parte, sono molto soddisfatto dei progressi di oggi; nel pomeriggio abbiamo fatto un passo importante, era costante e veloce. Ho usato una buona strategia ed ero nel posto giusto. Purtroppo ho fatto un piccolo errore, ma va bene lo stesso. Spero di essere abbastanza competitivo per lottare con Jorge domani.”

Jorge Lorenzo: “Ho dato il massimo e sono contento di questa pole. L’umidità che è sopraggiunta non mi ha aiutato ad affrontare le curve con fiducia. Ho sofferto un pò, cercando di non cadere, ma ho dato tutto quello che avevo e alla fine ho fatto un buon tempo.”

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment