news Nuovi Modelli 

Leon Cupra 290: 10 CV in più per la Leon più “cattiva”

ShowPublicPhoto

290. Una cifra che farà ancora più felici gli estimatori della Seat Leon Cupra, dato che indica il numero dei CV che l’ultima arrivata nel listino della Casa spagnola ha a disposizione. Agli ingegneri Seat evidentemente 280 CV non sono sembrati sufficienti a muovere piuttosto velocemente una segmento C che fa già segnare tempi clamorosi su ogni tracciato in cui riesce a mettere le ruote, ed ecco perchè hanno pensato bene di vitaminizzare la Cupra con ulteriori 10 CV in più, per dare vita a questa edizione speciale.

Osservata esteriormente, solamente l’occhio più attento potrebbe rendersi conto che non si trova di fronte ad una Cupra “classica”. Le modifiche apportate sono infatti minime, e si limitano al logo “CUPRA 290” posto sul portellone posteriore, all’adozione dei nuovi cerchi da 19″ con finitura titanio, al nuovo pacchetto aerodinamico con spoiler posteriore sulla linea del tetto, alla scritta CUPRA sulle pinze dei freni ed ai gusci neri degli specchietti retrovisori. Invariati rimangono invece la calandra, il posteriore con il diffusore ed i due tubi di scarico ovali e la fanaleria Full-LED. A richiesta è però possibile selezionare uno tra i pacchetti “White”, “Black” e “Orange” Line per modificare il colore di calandra, gusci degli specchietti e cerchi in alluminio bicolore.

Forte dei suoi 10 CV in più, ricavati sempre partendo dal 2.0 TSI turbo, la Cupra 290 abbassa di 2 decimi il tempo impiegato per coprire lo 0-100 km/h (da 5,9 a 5,7 s), e dispone dei suoi 350 Nm di coppia massima ad un regime più ampio di giri, vale a dire da 1700 a 5800 rpm. Rimane invariata la limitazione elettronica della velocità massima, pari a 250 km/h. Scendono leggermente anche i consumi, con i dati dichiarati dalla Casa che si attestano sui 6,6 litri per 100 km, uniti a 149 g/km per quanto riguarda le emissioni di CO2.

ShowPublicPhoto (1)

Confermata poi la regolazione adattiva dell’assetto DCC, che si unisce al nuovo differenziale autobloccante anteriore, che sfrutta un pacchetto multidisco a controllo elettronico azionata idraulicamente e che permette, in casi estremi, trasferire il 100% della trazione ad una singola ruota. L’ESC è ovviamente presente, ma può essere disattivato a due fasi: in una si disattiva il controllo di trazione e si attiva la modalità Sport dell’ESC, estendendo l’angolo di’imbardata; nell’altra invece lo si disattiva completamente. In risposta alle esigenze dei piloti c’è anche il Cupra Drive Profile, che permette di scegliere tra le modalità Comfort, Sport e, per l’appunto, Cupra, l’unica nella quale interviene anche l’attuatore acustico per valorizzare il sound del propulsore turbo.

Anche gli interni rimangono pressochè invariati, se non per quello che riguarda delle piccole modifiche al volante e l’aggiunta di nuovi LED all’interno dell’abitacolo per l’illuminazione dell’ambiente interno, con i colori che cambiano a seconda della modalità di guida selezionata (rosso con la Cupra, bianco con Comfort e Sport). Di serie sono poi i sedili sportivi rivestiti in alcantara, così come il Media System con lo schermo Touch Screen da 6,5”.

ShowPublicPhoto (2)

 

Related posts

Leave a Comment